Nuova quarantena scuola, Draghi: “Famiglie trovavo l’attuale regime troppo complicato e restrittivo. Veniamo incontro alle esigenze”

WhatsApp
Telegram

Il Governo sta per varare le nuove misure anti covid al termine del Consiglio dei Ministri. Anche sulla scuola ci sono novità previste per quanto riguarda la gestione della quarantena.

I provvedimenti di oggi vanno nella direzione di una ancora maggiore riapertura del Paese“. Lo ha detto il premier Mario Draghi, a quanto si apprende, aprendo il Consiglio dei ministri sulle nuove misure anti Covid.

Oggi ci occupiamo della scuola in presenza, che è da sempre la priorità di questo governo. Veniamo incontro alle esigenze delle famiglie, che trovano il regime attuale delle quarantene troppo complicato e restrittivo. I Ministri Speranza e Bianchi spiegheranno nel dettaglio queste misure.”

Draghi continua: “Vogliamo limitare di molto l’uso della didattica a distanza, per permettere a un numero sempre maggiore dei nostri bambini e ragazzi di andare in classe”.

E ancora: “I dati sulle vaccinazioni sono molto incoraggianti. Vogliamo un Italia sempre più aperta, soprattutto per i nostri ragazzi“.

Infine, arriva la conferma per quanto riguarda la durata della certificazione verde per chi ha tre dosi: “La validità del green pass per chi ha tre  dosioppure due dosi ed ha già avuto il Covid – diverrà indefinita“.

DaD alla primaria per i non vaccinati da 5 casi in su, alla secondaria con 2 casi. Durata quarantena confermata a 10 giorni. Regole in vigore da lunedì 7 febbraio

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur