Dottorato di ricerca, proposta per trasformarlo in titolo per assunzione nella scuola

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Il Comitato per la valorizzazione del dottorato ha presentato a Milano un progetto di legge per valorizzare il dottorato “in tutti i settori produttivi del Paese, sia privati che pubblici”.

Ne parla Repubblica.

La legge chiede la valorizzazione del titolo nella pubblica amministrazione, nella scuola e nell’ambito della ricerca, con bandi dedicati, come succede all’estero, oppure con punteggi ancor più differenziati nei concorsi, rispetto a quanto accade oggi.

La proposta chiede inoltre la valorizzazione sul privato e sul Terzo settore, con una serie di richieste avanzate per favorire l’inserimento professionale.

Il Comitato suggerisce anche incentivi per ridurre il costo del lavoro per le imprese che assumono e interventi utili a favorire l’imprenditorialità in settori altamente innovativi, “anche tramite la creazione di start up”.

Secondo un’analisi Istat del 2015, oltre un terzo dei dottori di ricerca non rifarebbe lo stesso percorso (39,3 per cento) a causa dell’insoddisfazione per gli sbocchi professionali offerti dal titolo (51,3 per cento).

Lo scorso 25 gennaio, il ministro Valeria Fedeli ha firmato il decreto che ha innalzato del 12,5 per cento l’importo minimo delle borse di dottorato in tutta Italia, e si è approvato nell’ultima Legge di bilancio un fondo per l’istituzione di borse di studio intitolate a Giulio Regeni in tutti gli atenei italiani.

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
voglioinsegnare