Nuova graduatoria per assunzioni in ruolo sostegno: potranno inserirsi anche i docenti già di ruolo?

WhatsApp
Telegram

La costituzione di una graduatoria regionale di sostegno, per le assunzioni a tempo indeterminato residue dalle fasi ordinarie di GaE e concorsi, rappresenta un primo step per avere degli elenchi ad esaurimento che riescano a coprire posti che, inevitabilmente, negli ultimi anni restano scoperti con aggravio a danno degli studenti.

La procedura riservata di assunzione sui posti di sostegno residuati dalle annuali immissioni in ruolo (ivi compresa la Call veloce), prevista dall’articolo 1, comma 980, della legge n. 178/2020 (legge di bilancio 2021), che ha modificato l’articolo 1 del DL n. 126/2019, convertito in legge n. 159/2019, introducendo i commi  18-novies, 18-decies e 18-undecies, è disciplinata dal decreto 30 settembre 2022. 

La procedura si articola in:

  1. costituzione graduatorie regionali (aggiornate con cadenza biennale);
  2. assunzione a tempo determinato (contratto annuale al 31/08) sui posti residuati delle annuali immissioni in ruolo, attingendo dalle suddette graduatorie;
  3. percorso di formazione e periodo annuale di prova in servizio con test finale, nel corso del contratto a tempo determinato;
  4. prova disciplinare, a seguito del superamento del percorso di  formazione e periodo annuale di prova in servizio;
  5. assunzione a tempo indeterminato dal 1° settembre dell’anno scolastico successivo a quello di assunzione a tempo determinato, previo superamento del periodo di prova e della prova disciplinare, e conferma in ruolo.

Requisiti

Possono partecipare alla procedura gli aspiranti in possesso del titolo di specializzazione sul sostegno nel relativo grado, conseguito in Italia, e dei requisiti generali per l’accesso all’impiego nelle pubbliche amministrazioni di cui al DPR n. 487/1994.

Gli aspiranti, che hanno conseguito il titolo di specializzazione all’estero, partecipano alla procedura:

  • a pieno titolo, se hanno ottenuto il riconoscimento del titolo dalla competente Direzione Generale per gli ordinamenti scolastici, la valutazione e l’internazionalizzazione del sistema nazionale di istruzione, entro il termine ultimo di presentazione delle istanze di partecipazione alla procedura concorsuale riservata;
  • con riserva, se hanno presentato la domanda di riconoscimento del titolo, entro il termine ultimo di presentazione delle istanze di partecipazione alla procedura concorsuale riservata. Evidenziamo che questi ultimi non potranno essere individuati per l’attribuzione del contratto a tempo determinato, sino a quando non avranno ottenuto il predetto riconoscimento.

Potranno inserirsi anche i docenti già di ruolo?

La domanda non è peregrina, dato che la mobilità spesso non riesce a rispondere in toto alle esigenze dei docenti già assunti a tempo indeterminato ma alla ricerca di una nuova sede di servizio per motivi personali e/o professionali.

il decreto non specifica nulla in merito, limitandosi alla necessità di essere in possesso del titolo di specializzazione.

A nostro parere la risposta non potrà che essere affermativa, ma naturalmente attendiamo le indicazioni del Ministero.

In ogni caso, per tutti, si potrà scegliere solo una regione.

Il DECRETO

Nuova graduatoria sostegno per il ruolo: si può scegliere regione diversa da quella in cui si è in GPS, quando la domanda

Immissioni in ruolo sostegno, dal prossimo anno non ci sono più nomine da prima fascia GPS ma graduatorie regionali

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur