A Nuoro precari della scuola vincono contro il Miur

WhatsApp
Telegram

Non hanno atteso la pronuncia della Corte di Giustizia europea i giudici del tribunale di Nuoro che hanno risposto favorevolmente alle richieste dei precari della scuola.

Non hanno atteso la pronuncia della Corte di Giustizia europea i giudici del tribunale di Nuoro che hanno risposto favorevolmente alle richieste dei precari della scuola.

 

A darne la notizia la Gilda degli Insegnanti di Nuoro, che riporta un articolo della Nuova Sardegna

«Chiediamo che vengano inquadrati come docenti di ruolo – aveva chiesto il legale – chiediamo il riconoscimento della progressione stipendiale, degli scatti di anzianità, della retribuzione per i mesi estivi di ciascun anno scolastico».
Il tribunale, in primo grado, aveva riconosciuto tutti questi diritti e disposto che il ministero riparasse il danno restituendo la differenza di denaro che gli undici precari non avevano percepito perché licenziati nei mesi estivi.
Il ministero avrebbe dovuto anche ricostruire la carriere dei docenti, con annessi scatti di anzianità. I giudici di appello hanno confermato questa sentenza, senza attendere la pronuncia della Corte di giustizia europea alla quale la Gilda si è rivolta per difendere lo stesso principio.

"Siamo riusciti a rimediare a una grossa ingiustizia – commentano Maria Di Patre e Claudio Solinas – è stata una battaglia di civiltà, prima ancora che una battaglia giudiziaria".

C’è grande attesa per la pronuncia della Corte Europea sull’abuso dei contratti di precariato scolastico in Italia. Ma al di là delle assunzioni, la partita della rivincita dei precari si gioca sugli scatti di anzianità. E’ in questo modo che il Ministero potrà risarcire i precari per la lunga attesa da precari.

Stabilizzazione precari scuola. 26 novembre sentenza Corte europea

WhatsApp
Telegram

Gli Istituti Tecnici Superiori (ITS) sono un’opportunità professionale anche per gli insegnanti. Tutte le informazioni qui e su TuttoITS.it