“Gli insegnanti lavorano poco ” e “sono troppi”: falsi miti sfatati in una ricerca UIL

di redazione
ipsef

item-thumbnail

La Uil Scuola ha pubblicato una ricerca relativa alla Scuola Italiana, osservata nei vari aspetti che la riguardano.

La ricerca, infatti, ha trattato i seguenti temi:

  • Stipendi
  • PIL e spese per l’istruzione
  • Spese pubbliche per l’istruzione e spese pubbliche totali
  • Retribuzioni e politiche europee
  • Lavoro dei docenti
  • Orario settimanale
  • Durata dell’anno scolastico
  • Numero insegnanti.

La ricerca sfata alcuni “miti” costruiti attorno alla figura del docente, quali l’orario di lavoro e il numero degli insegnanti in rapporto agli alunni.

Dai dati si evince che non è affatto vero che i docenti italiani lavorano meno dei colleghi europei e che sono assai numerosi in rapporto agli alunni.

La media europea, riguardante il rapporto alunni/docente, è di 1/20 alla scuola primaria e 1/21 alla secondaria di primo grado, come in Italia.

Anche riguardo all’orario settimanale siamo perfettamente in linea con la media europea.

Approfondisci qui gli altri temi oggetto della ricerca.

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione