Novità per le caselle di posta elettronica istituzionali: tutto passa a Microsoft con Office 365

Stampa

Il Ministero dell’Istruzione ha ufficializzato i cambiamenti che saranno presto effettuati. Un nuovo sistema di posta elettronica con un nuovo dominio e un sistema di archiviazione più capiente.

Il Ministero dell’Istruzione ha ufficializzato i cambiamenti che saranno presto effettuati. Un nuovo sistema di posta elettronica con un nuovo dominio e un sistema di archiviazione più capiente.

Così come segnala Wired, il Ministero ha completato il processo a fine giugno per adottare la suite Office 365 come piattaforma di lavoro. Dal primo luglio le caselle email istituzionali della scuola italiana sono passate a Microsoft.

Nei giorni scorsi ha inviato una circolare tra gli istituti per annunciare la migrazione degli account di scuole e dirigenti su Office 365, la piattaforma cloud dell’azienda americana che raccoglie servizi di posta elettronica, lavoro condiviso e videochiamate.

Per adesso coinvolge solo personale amministrativo del ministero, dirigenti scolastici, direttori dei servizi generali e amministrativi (dsga) più le caselle degli istituti stessi. Restano fuori per il momento docenti, personale Ata e studenti.

Secondo fonti ministeriali, la migrazione “ha lo scopo di fornire uno strumento più funzionale per la gestione della posta elettronica e la possibilità di utilizzare tutto il set di ulteriori applicazioni previste dalla Suite Office 365, in particolare per quanto riguarda la collaborazione fra uffici”.

Novità per le caselle di posta elettronica istituzionali: tutto passa a Microsoft con Office 365

Casella di posta molto più capiente, infrastruttura in cloud e nuovo dominio. Sono queste le novità più rilevanti del restyling del sistema di posta istituzionale riservato al personale della scuola.

Cambia il dominio delle caselle di posta istituzionali: ecco tutte le novità

Casella di posta elettronica molto più capiente, di 500 MB, basata su una nuova infrastruttura in cloud.

L’indirizzo mail diventerà [email protected]

Cambierà solo il dominio, ma quello che precede l’@ rimarrà invariato.

Se la casella è [email protected] con il passaggio al nuovo sistema diventerà [email protected]

Anche se l’indirizzo email cambierà, si continuerà ad accedere ai servizi dell’Area riservata del portale ministeriale senza dover cambiare alcun parametro e l’indirizzo di posta verrà aggiornato in automatico all’interno del sistema informativo del Ministero dell’Istruzione, al momento della disattivazione del vecchio indirizzo.

I messaggi presenti nell’attuale casella non verranno migrati nella nuova, quindi il ministero invita a salvare, quanto prima, quelli importanti.

Ecco la guida del Ministero dell’Istruzione con le info utili (clicca qui)

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur