Notifica pubblici proclami Tribunale Ivrea Ricorso ex artt. 700 e 414 c.p.c.

di redazione
ipsef

Si rende noto che il prof. Mattei Enrico Vittorio, c.f. MTTNCV68R02B963F, assistito dall’avv. Francesco Trotta e dall’avv. Grazia Borzaro, con PEC: [email protected][email protected], ha proposto ricorso ex artt. 700 e 414 c.p.c. dinanzi al Tribunale di Ivrea, sezione Lavoro, (R.G. 974/2019 Giudice del Lavoro dott.ssa Magda D’Amelio), contro MIUR nonché “tutti i docenti trasferiti a seguito di mobilità 2019/2020 nei luoghi di preferenza indicati dal ricorrente nella propria domanda che sarebbero pregiudicati per l’effetto dell’accoglimento del ricorso”, per ottenere in via d’urgenza e/o nel merito: “1. In via preliminare: rilevato che la notifica del presente ricorso risulterebbe oltremodo difficoltosa in ragione del notevole numero dei litisconsorti/contro interessati (identificati nei soggetti che subirebbero un pregiudizio – l’essere scavalcati in graduatoria – dall’accoglimento del presente ricorso), nonché della non agevole individuazione degli stessi, autorizzare, ex art. 151 c.p.c., la notifica del presente ricorso a tali litisconsorti/controinteressati tramite pubblicazione dello stesso sul sito internet del MIUR, ovvero con le modalità che riterrà più congrue; 2.In via cautelare: per le ragioni esposte in narrativa e previa eventuale disapplicazione dei provvedimenti indicati in epigrafe, ritenuta la sussistenza dei requisiti di legge, concludere per l’accoglimento della domanda cautelare ex art. 700 c.p.c., nonché previa convocazione delle parti, ordinare all’Amministrazione resistente di provvedere alla rielaborazione della graduatoria e del punteggio alla luce della precedenza ex art. 33 l. 104/1992 e del servizio militare, con conseguente trasferimento del ricorrente, anche in sovrannumero, presso l’I.I.S. di Faicchio (BN), anche in sovrannumero, o comunque ad altra sede indicata per le operazioni di mobilità per l’a.s. 2019/2020, secondo l’ordine di preferenze esposto nella domanda di mobilità; 3. Nel merito, in via principale: accertare e dichiarare il diritto del ricorrente alla precedenza nelle operazioni di mobilità territoriale interprovinciale, ex art. 33 co. 5 e 7 della L.104/92, previa disapplicazione degli artt. 13 e 14 del Contratto Collettivo Nazionale Integrativo concernente la mobilità del personale docente per l’a.s. 2019-2020, sottoscritto il 6.03.2019, per contrarietà a norme imperative, nonché di ogni altra disposizione contrattuale in contrasto con la L. 104/92 e D. Lgs. 297/94; 4. Sempre nel merito: previa dichiarazione di illegittimità delle Note comuni allegate al CCNI del 6.03.2019 e l’O.M. n. 203 dell’8.03.2019 nella parte in cui dispongono che “il servizio militare di leva, o il sostitutivo servizio civile, può essere valutato solo se prestato in costanza di rapporto di impiego come docente a tempo determinato nella scuola statale. (…)”, accertare e dichiarare il diritto del ricorrente al maggior punteggio spettantegli per il servizio militare prestato; 5. per l’effetto ordinare all’Amministrazione resistente di provvedere alla rielaborazione della graduatoria e del punteggio alla luce della precedenza ex art. 33 l. 104/1992 e del servizio militare, con conseguente trasferimento del ricorrente, anche in sovrannumero, presso l’I.I.S. di Faicchio (BN) o comunque ad altra sede indicata per le operazioni di mobilità per l’a.s. 2019/2020, secondo l’ordine di preferenze esposto nella domanda di mobilità; 6. adottare ogni provvedimento idoneo a tutelare i diritti del ricorrente; 7. Vittoria di spese e compensi professionali di causa”.  Con decreto del 14.09.2019, comunicato il 16.09.2019, il Giudice ha autorizzato la notifica ex art. 151 c.p.c. del ricorso e del decreto ai controinteressati anche a mezzo pubblicazione su siti internet e, in particolare, sia sul sito del MIUR che sul sito dell’Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte e ha fissato udienza, per il cautelare, alla data del 18.10.2019 alle ore 9.20, nonché per il merito, alla data del 03.03.2020 ore 10.00. La notifica per pubblici proclami, oltre che sul sito del MIUR e su quello dell’Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte, richiesti espressamente dal Giudice, viene effettuata anche sul sito specializzato www.orizzontescuola.it

Scarica i documenti

Versione stampabile
soloformazione