Nota ad una studentessa che accusa gli stranieri, Calderoli la difende

WhatsApp
Telegram

In un istituto superiore di Adria,durante un incontro a cui ha partecipato anche un volontario della Caritas, una studentessa sedicenne avrebbe espresso giudizi pesanti sugli immigrati, apostrifandoli come quelli "che rubano il lavoro" e "affamano gli italiani".

In un istituto superiore di Adria,durante un incontro a cui ha partecipato anche un volontario della Caritas, una studentessa sedicenne avrebbe espresso giudizi pesanti sugli immigrati, apostrifandoli come quelli "che rubano il lavoro" e "affamano gli italiani".

La studentessa è stata sanzionata con una nota disciplinare,che, spiega il preside "non è riferita però ai giudizi espressi dalla studentessa durante il dibattito, ma per i toni utilizzati. La ragazza si era infatti espressa in maniera alterata e con maleducazione, ha strappato di mano il microfono a chi stava parlando e ha abbandonato poi l’aula dell’Istituto alla fine del suo intervento, senza l’autorizzazione dei professori".
Il relatore dell'incontro non è riuscito a fermare la ragazza, travolto dalla foga oratoria della studentessa.

A commento è intervenuto il vice presidente del senato Roberto Calderoli:"Siamo ormai alla follia più totale – dice Calderoli – . Il razzismo al contrario ha raggiunto livelli che mai mi sarei immaginato, non si può dire più nulla contro gli invasori, non è consentito chiamare zingari e clandestini col loro nome".

Calderoli ha espresso "tutta la sua vicinanza e solidarietà alla ragazza", dicendo dice che "è stato compiuto un incredibile abuso da parte delle istituzioni scolastiche, che vorrebbero imporre agli studenti il pensiero unico della sinistra buonista, alla quale interessa solo che possa proseguire la speculazione sulla pelle dei disperati". E annuncia poi che "se necessario denuncierà il caso nelle sedi competenti".

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur