Non si vuole aiutare nè il precariato storico nè la scuola con questo concorso. Lettera

Stampa
ex

Inviato da Christian Brogi – Buongiorno, mi chiamo Christian Brogi (artista -fotografo italiano) nonché Docente precario con 10 anni di servizio e 51 anni di Età anagrafica, scrivo questa lettera insieme ad altri migliaia di docenti precari che, dato il volere dell’attuale governo, dopo anni di duro lavoro e impegno saranno lasciati a casa (non proprio, peggio, poi vi spiego);

ma, cosa piu importante, se non assumeranno almeno iprecari IMMEDIATAMENTE, ci sarà un buco a settembre di oltre 200.000 insegnanti, trasformando il concorso STRAORDINARIO (che è inattuabile) in un percorso formativo con PROVA SERIA finale, si potrà almeno salvare qualcosa.
Il concetto che viene continuamente stravolto è che noi precari vorremmo la vita facile. Non è così,è l’esatto opposto, noi esigiamo una prova seria ed un percorso formativo abilitante, non questo test assolutamente inattuabile ed adatto solo per concorsi ordinari (ma neanche per quelli) per scremare milioni di partecipanti si, forse, ma non certo per stabilizzare precari CON ESPERIENZA dai TRE ai 10/15 ANNI . I medici sono stati automaticamente abilitati,
quindi è costituzionale assumere direttamente dalle graduatorie che sono già ordinate per titoli e servizio, in pochi minuti eviteremo buchi enormi creati dai supplenti che girellano a destra e sinistra tra una scuola e l’altra, a volte fra tre scuole.
Per la famiglie che credano che non avranno piu’ fra i piedi i precari storici che perderanno il concorso, beh, vi darò una delusione,saremo solo SPOSTATI verso altre materie, poiché i posti messi in palio tra ordinario e straordinario sono 65.000 , mentre i posti disponibili ai supplenti sono OLTRE 200.000 . quindi perché non farci finalmente rimanere sulle stesse materie dove abbiamo con dedizione insegnato per anni, anziché costringerci ad essere ancora precari per il resto della carriera? Questo è un appello anche alle FAMIGLIE di studenti e futuri studenti, pensatici, ragionateci e prendete atto delle incongruenze del concorso straordinario, fatto apposta per lasciare precari, funzionali in maniera egregia al sistema/azienda, avvocati, e sindacati che campano sulle loro disgrazie.

Nessuno pare capire o conoscere i fatti noti solo a chi è come noi precario, aiutateci a diffondere la verità.

1. Dopo tre anni di servizio in tutta Europa i docenti sono assunti, invece da noi sono licenziati;

2. il governo chiede ai privati di assumere dopo tre anni, ma lo Stato stesso dopo tre anni licenzia;

3. ci chiedono di valutare per competenze, invece noi siamo valutati con quiz a crocette nozionistici. Il nozionismo non è un valido metodo di insegnamento dagli anni trenta;

4. Un test del genere non valuta merito, professionalità e competenza;

5. ci chiedono di insegnare, lo facciamo per anni e poi ci valutano dopo;

6. ci chiedono di firmare verbali e documenti per anni, poi dicono che non andiamo bene e ci mandano a casa. Allora non vanno bene e sono da buttare anche questi documenti;

7. dicono che vogliono sistemare i precari, ma non ascoltano il parere del Cspi che si è dimostrato contrario a come è formulato il concorso.

Vi chiediamo, pertanto, di dar voce alla nostra richiesta unanime e supportata da Sindacati, vari Ministri e Onorevoli, di essere stabilizzati a settembre per far partire un anno scolastico secondo i criteri più giusti e equi per il benessere della Scuola in un Paese che desideriamo continui a essere democratico.

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur