Non si può mettere su stesso piano un Master con un Corso di Perfezionamento e un Dottorato di Ricerca con una seconda Laurea. Lettera

di redazione
ipsef

item-thumbnail

inviata da Mario Bocola – Riguardo alla tabella di valutazione dei titoli culturali sia per i concorsi a cattedra e per dirigenti scolastici che per le graduatorie di II e III fascia, le graduatorie interne d’istituto e le GAE esiste una difformità nella distribuzione dei punteggi. 

Nelle graduatorie non si può mettere quasi sullo stesso piano un Master con un Corso di Perfezionamento e un Dottorato di Ricerca con una seconda Laurea.  Esiste una sperequazione di attribuzione dei punteggi nella tabella di valutazione dei titoli per l’inserimento. Conseguire un master di secondo livello non richiede lo stesso sforzo e impegno che viene richiesto per una Laurea Magistrale (2 anni), per giunta più onerosa rispetto al Master. Un Master di 1500 ore non può essere paragonato ad una seconda laurea a parità di punteggi. Deve essere dato il giusto peso e valore ai diversi titoli culturali (Dottorati di Ricerca, Master, Perfezionamenti e seconde Lauree) sulla base dell’impegno e dello sforzo sostenuto dai docenti. Maggiore peso deve essere dato ai Dottorati di Ricerca, il cui reale valore come titolo culturale in Italia è snobbato, mentre all’estero no.

Versione stampabile
anief anief
soloformazione