Non si ostacoli l’inserimento nelle graduatorie di docenti che, con uguali requisiti, chiedono uguali opportunità di lavoro

di Lalla
ipsef

Vito Domenico De Crudis* – Un docente già inserito nella Graduatoria A Esaurimento (GAE) sostiene che la pretesa di altri docenti che, pur abilitati e abilitanti, chiedono di essere inseriti a loro volta nella GAE in occasione dell’aggiornamento di essa (D.M. 44/2011) sia una dichiarazione di guerra tra poveri. Siccome una guerra la si fa almeno in due (nel caso tra già inseriti e da inserire) per di più tra poveri, sarebbe il caso di non ostacolare chi legittimamente chiede uguali opportunità di lavoro a uguali requisiti.

Vito Domenico De Crudis* – Un docente già inserito nella Graduatoria A Esaurimento (GAE) sostiene che la pretesa di altri docenti che, pur abilitati e abilitanti, chiedono di essere inseriti a loro volta nella GAE in occasione dell’aggiornamento di essa (D.M. 44/2011) sia una dichiarazione di guerra tra poveri. Siccome una guerra la si fa almeno in due (nel caso tra già inseriti e da inserire) per di più tra poveri, sarebbe il caso di non ostacolare chi legittimamente chiede uguali opportunità di lavoro a uguali requisiti.

Una breve cronistoria delle GAE:

– istituite nel 2006 in sostituzione delle Graduatorie Permanenti allo scopo di definire un piano di assunzioni volto alla graduale stabilizzazione del personale docente in esse incluso;

– ultimo aggiornamento biennio 2007-2009 senza possibilità di nuovi inserimenti;

– attivazione nuovi percorsi abilitanti nel 2007;

– decreto legge n. 137 del 2008 che prevedeva la possibilità, per gli abilitanti immatricolati nel 2007(1° corso) di essere inseriti nella GAE per il biennio 2007-2011;

– attivazione nel 2008 e nel 2009 del 2° e 3° corso abilitanti, a numero programmato;

– impegno del Governo finalizzato a consentire l’inserimento nelle GAE dei docenti iscritti a corsi abilitanti attivati dal MIUR dal 2008 in poi (ordini del giorno presentati al Senato n. G1.12 al disegno di legge n. 1835
e n. G1.05 al disegno di legge n. 2518-B).

Si capisce bene che il titolo di abilitazione all’insegnamento, conseguito regolarmente in seguito alla frequenza dei corsi a numero chiuso attivati su disposizione del MIUR dal 2007 al 2010 è lo stesso di tutti gli altri
docenti abilitati già inseriti nella GAE.

Consequenziali e legittime risultano, pertanto, le aspettative dei docenti abilitati che si vedono ancora esclusi dato che il D.M. 44/2011 non prevede nessuna inclusione di costoro nella Graduatoria A esaurimento.

*Dirigente Scolastico in pensione

"No alle invasioni barbariche………..nelle GaE"

Versione stampabile
anief anief
soloformazione