Non far perdere il diritto all’istruzione a migliaia di studenti. Lettera

Lettera
Inviato da Lorenzo Picunio – C’è una  categoria di bambini e ragazzi che ha subito gravi danni dall’emergenza Covid. Sono coloro le cui famiglie  non hanno mezzi economici sufficienti per l’accesso al digitale, che mancano di quei dispositivi (tablet, pc)  che consentono di operare in modo sereno, o che non sono connessi o lo sono in modo inadeguato.
A fronte del lavoro importante svolto dalla grande maggioranza dei docenti, talvolta i problemi  economici delle famiglie sono stati un grande ostacolo. Qualcuno ha calcolato un 20% di ragazzi che non hanno potuto usufruire, del tutto o quasi del tutto, delle  lezioni a distanza.
Non si può perdere, alla cultura, all’educazione, alla democrazia un numero così elevato di cittadini! Non si può rinunciare ai loro talenti, alla loro intelligenza.
Ci vuole un piano nazionale per la fornitura di dispositivi e connessioni, che consenta sia di affrontare possibili nuove emergenze, sia per mantenere un livello accettabile di alfabetismo digitale, riguardante senz’altro le materie scolastiche ma anche altre occasioni di arricchimento culturale.

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia