Non è un paese per giovani: precari di serie B

Di Lalla
Stampa

Comitato Precari Liguri della Scuola – E’ storia di ieri, di un Governo che prima produce precari e poi li maltratta con arroganza. DL Sviluppo: il Governo cassa l’emendamento Pagano-Goisis (9.25 e 9.83) che prevedeva l’inserimento di 20mila docenti nelle "Graduatorie ad esaurimento", ad oggi unico sistema di reclutamento per incarichi a tempo determinato e indeterminato nella scuola pubblica statale.

Comitato Precari Liguri della Scuola – E’ storia di ieri, di un Governo che prima produce precari e poi li maltratta con arroganza. DL Sviluppo: il Governo cassa l’emendamento Pagano-Goisis (9.25 e 9.83) che prevedeva l’inserimento di 20mila docenti nelle "Graduatorie ad esaurimento", ad oggi unico sistema di reclutamento per incarichi a tempo determinato e indeterminato nella scuola pubblica statale.

Si ricorda il fatto che l’ultimo concorso è datato 1999 e il precedente 1990. E’ quindi irragionevole pensare ad uno sblocco di questa modalità di reclutamento, troppo costosa per i tempi di crisi economica attuali
nei quali non si riesce a bandirne neppure uno per 2000 dirigenti scolastici.

I docenti iscritti ai corsi abilitanti in Scienze della Formazione Primaria attivati dal 2008 ad oggi (a numero chiuso e quindi con filtro in ingresso) si trovano in una situazione disarmante, essendo privati di concrete prospettive riguardo la possibilità di svolgere la professione per cui hanno studiato e sono stati selezionati.

Identica la situazione degli abilitati all’insegnamento di uno strumento musicale, COBASLID (Arte e disegno), corsi speciali abilitanti SSIS Lazio di cui ai DD.MM. nn. 21/05 e 85/05, semestri aggiuntivi IX ciclo SSIS e corsi SSIS sospesi per dottorati di ricerca.

Vergognoso il "tira e molla" che si è consumato in questi giorni in Parlamento. Il "Decreto Sviluppo" doveva contenere gli emendamenti Pagano e Goisis che avrebbero consentito l’entrata in graduatoria, emendamenti dichiarati ammissibili dalle commissioni congiunte "bilancio e finanze".
I parlamentari sostenitori della causa avevano ormai rassicurato il coordinamento sulla pressoché certezza del risultato raggiunto, supportata anche dal fatto che la proposta era stata accolta trasversalmente da deputati di tutti gli schieramenti. Ma la mattina del 20 giugno, poche ore prima che il Governo ponesse la fiducia, entrambi gli emendamenti sono stati ESCLUSI!

Questo Governo, nonostante non esistano altri canali di reclutamento, si sta prodigando con incredibile abnegazione e ostentata pertinacia a discriminare l’immatricolato del 2007 dall’immatricolato del 2008, avendo questi lo stesso iter formativo, ma non gli stessi diritti.

Il Ministero dell´Istruzione stesso ripete che "i corsi di laurea sono abilitanti all´insegnamento", ma poi non mette gli abilitati (selezionati in ingresso in quanto a un numero chiuso) in condizione di spendere questa abilitazione, se non nella Scuola Privata, dove la parità è costruita giuridicamente, ma non a livello del contratto di lavoro.

Ennesima conferma, questa, del fatto che l´Italia non è un Paese per giovani.

Il Governo continua a tagliare posti di lavoro, a mantenere i lavoratori in uno stato di precarietà e non si cura dei nuovi "precari di serie B" che si stanno abilitando con enormi sacrifici ad una professione che però viene loro di fatto negata.

Dov’è la tanto sbandierata meritocrazia del Ministro Gelmini?

***Comunicato a cura del Coordinamento Nazionale Docenti Abilitati e Abilitandi per le GaE

Sempre nella giornata di ieri, dopo la sconcertante dichiarazione di inammissibilità degli emendamenti Pagano-Goisis, da parte del governo, sono stati approvati, alla quasi unanimità parlamentare, due ordini del
giorno:

* è stato approvato l´ Ordine del giorno n. 9/4357-A/63, a firma Russo e di altri parlamentari del Pd, con il quale si impegna il Governo a rendere effettivo il valore legale del titolo acquisito dai docenti abilitati e abilitandi in scienze della formazione primaria, in strumento musicale e didattica della musica, ai fini dell’inserimento nelle graduatorie ad esaurimento: con 497 voti a favore, 7 contrari, e 21 astenuti.
* è stato approvato con 517 favorevoli, 2 contrari, 19 astenuti, l´ordine del giorno n. 9/4357-A/155, a firma Pagano e altri onorevoli del PDL, con il quale si impegna il Governo

o a chiudere la fase transitoria ed a consentire l´inserimento nelle graduatorie ad esaurimento di tutti i docenti che hanno conseguito l´abilitazione all´insegnamento con il "vecchio" sistema di formazione dei docenti in vigore fino al 2010, in quanto unico canale di reclutamento di fatto esistente fino all´approvazione del "nuovo" sistema di reclutamento

o a intervenire sulle nuove norme per il reclutamento e chiudere quindi la fase transitoria del "vecchio" sistema di reclutamento.

o ad avviare le procedure della "nuova" fase di formazione dei docenti già dall´anno 2011 visto il Decreto n. 249/2010 "Nuovo regolamento che disciplina la formazione iniziale dei docenti, entrato in vigore il 15 febbraio 2011".

E’ stata presentata una proposta di legge, a nome dell’onorevole Russo, che chiede l’appoggio dei capigruppo della VII Commissione Cultura, al fine di velocizzare l’iter parlamentare.

Per informazioni:

Dott.ssa Laura Lento 3393229571
Dott.ssa Carola Salvati 3381800386
Dott.ssa Maria Guarino 3290995312

Info: [email protected]

Stampa

L’Eco Digitale di Eurosofia, il 14 dicembre segui la Tavola rotonda:“Didattica a distanza e classe capovolta – Ambienti di apprendimento innovativi”