Nomina Dirigenti Scolastici in Lombardia in corso d’anno: le conseguenze per i supplenti, gli alunni, le scuole

di Lalla
ipsef

red – Preso atto della determinazione assunta dal Direttore Generale Dott. Francesco De Sanctis sulla decisa volontà di procedere alle nomine dei vincitori di concorso, quali dirigenti scolastici, appena espletate le operazioni di determinazione della graduatoria definitiva, la UIL Scuola Lombardia si dichiara contraria.

red – Preso atto della determinazione assunta dal Direttore Generale Dott. Francesco De Sanctis sulla decisa volontà di procedere alle nomine dei vincitori di concorso, quali dirigenti scolastici, appena espletate le operazioni di determinazione della graduatoria definitiva, la UIL Scuola Lombardia si dichiara contraria.

La UIL SCUOLA LOMBARDIA contraria alla nomina dei Dirigenti scolastici vincitori di concorso in corso d’anno scolastico

Ieri 25 febbraio 2014 si sono concluse le operazioni relative alle prove orali e immediatamente in giornata l’USR Lombardia ha pubblicato la graduatoria generale di merito e l’elenco degli idonei per il reclutamento dei Dirigenti scolastici in Lombardia vincitori del concorso.

Considerate al contrario propriamente le esigenze scolastiche, fatte valere dal segretario generale UIL Scuola Lombardia, Carlo Giuffrè, cui si sono associate, condividendole, le rappresentanze sindacali presenti all’incontro avuto con De Sanctis il 31 gennaio 2014, come riportato nel verbale della seduta, si confermano pienamente le cennate ESIGENZE SCOLASTICHE rappresentate dalla UIL Scuola in particolare:

1) gli alunni sarebbero privati della figura del docente nominato dirigente scolastico già nel secondo quadrimestre dell’anno scolastico in corso;
2) in corso ancora le contrattazioni d’istituto, queste sarebbero interrotte e riprese, solamente dopo che i neodirigenti abbiano preso visione degli atti (laddove esistenti) nelle istituzioni scolastiche stesse;
3) tempi tecnici, difficoltà e criticità dei dirigenti scolastici nell’espletamento della funzione, a partire dal passaggio di consegne, soprattutto per gli aspetti economico-finanziari, di cui consistono le scuole (P.O.F.; Programma Annuale; Consuntivo; ecc.);
4) valutazione degli alunni, presiedendo gli organi collegiali, necessiterebbe conoscenza esaustiva delle valutazioni riportate in vista degli scrutini finali e, per le classi terminali della scuola secondaria, degli esami di Stato;

Preso atto della determinazione assunta dal Direttore Generale Dott. Francesco De Sanctis sulla decisa volontà di procedere alle nomine dei vincitori di concorso, quali dirigenti scolastici, appena espletate le operazioni di determinazione della graduatoria definitiva;

preso atto che il Direttore Generale motiva le nomine da subito e comunque in corso dell’anno scolastico 2013/2014 con la motivazione del diritto economico dei neo-dirigenti scolastici prioritario rispetto alle esigenze delle scuole , procedendo, altresì, alle revoche delle reggenze nelle istituzioni scolastiche interessate ;

la UIL Scuola Lombardia auspica un ripensamento rispetto alla decisione di effettuare dette immissioni in ruolo in corso d’anno, per la tutela degli alunni e delle scuole, chiedendo che le operazioni di nomina dei neodirigenti scolastici siano effettuate ma con presa di effettivo servizio dal 1 settembre 2014, favorendo così l’inizio di un corretto anno di prova dei dirigenti scolastici stessi.

Carlo Giuffrè
Segretario generale UIL Scuola Lombardia

USR Lombardia. Elenco dei candidati idonei al concorso DS

Versione stampabile
soloformazione