Noi Dsga ff buttati nel cestino perché senza laurea, e ora molti hanno rinunciato. Non è mai troppo tardi per rimediare. Lettera

ex

Inviata da Amelia Sparavigna – E dopo la pioggia torna il sereno o almeno si spera . Dopo tante offese e cattiverie gratuite ci prendiamo la nostra rivincita.

Dispiace che a rimetterci sia la scuola, siamo stati ignorati e buttati nel cestino, perché senza laurea specifica non possiamo svolgere l’incarico di DSGA nelle scuole, nonostante gli anni dedicati e la nostra esperienza. E ora? Non sanno come procedere , gli avvocati hanno scoperto che per svolgere questo lavoro devono cancellarsi dall’albo, altri hanno scoperto che il gioco non vale la candela, stipendi ridicoli e inappropriati, eppure non meno di un mese fa sbandieravano al mondo le loro conoscenze e la nostra incapacità Ora chiedono aiuto, per carità , legittimo.

Molti i più furbi, hanno rinunciato. Si susseguono appelli di associazioni che cercano tutor a pagamento per aiutare tutti i nuovi dsga. I posti rimasti vacanti sono tantissimi, non c’era bisogna di creare tanti dissapori e incertezze , si potevano ricoprire tranquillamente tutti i posti vacanti. Hanno voluto la guerra e la guerra si sa genera mostri. Nonostante tutto auguro ai nuovi dsga un buon proseguimento . Al ministero chiedo di considerare il buco scoperto, una grande voragine per cui molte scuole pagheranno le conseguenze , mi auguro che I nostri governanti vogliano riconsiderare il massacro a cui hanno sottoposto le scuole e riparare al danno fatto, sappiate che non è mai troppo tardi. Le scuole hanno bisogno di serenità , soprattutto ora.

Docenti neoassunti, formazione su didattica digitale integrata. Affidati ad Eurosofia per acquisire le competenze richieste