Nocera: nostra proposta per sostegno riguarda aspetti di didattica e non sanitari

di redazione
ipsef

Gentile Redazione, ho letto il comunicato dell’Associazione Partigiani per la scuola pubblica , Da Voi pubblicato il 19 scorso, concernente una presa di posizione sulle proposte f i s h relative all’emanando decreto delegato sull’inclusione scolastica.

Vi prego cortesemente di voler pubblicare che, a nome della f i s h,  su incarico del Presidente Falabella,esprimo il mio totale dissenso da tale comunicato non solo perchè contiene proposte del tutto opposte a quelle delle associazioni delle persone con disabilità e dei loro familiari aderenti alla f i s h ed alla f a n d, ma addirittura esso contiene affermazioni del tutto inventate , ripeto ” inventate ” sulla nostra visione del docente per il sostegno, che viene indicato come un docente sanitarizzato; sfido la suddetta Associazione a trovare un solo punto delle nostre proposte in cui  viene data questa configurazione a tale figura;

Noi abbiamo sempre parlato di approfondimento delle didattiche speciali relative ai bisogni educativi conseguenti alle diverse tiopologie di disabilità e mai di aspetti sanitari legati a tali tipologie. E’ ovvio che ad es. per un alunno cieco non è possibile apprendere a leggere e scrivere col metodo globale, dovendo noi ciechi imparare a leggere e scrivere i singoli caratteri dell’alfabeto Breille.

Invito l’Associazione “ partigiani per la scuola pubblica “ ( di cui apprezzo e condivido le finalità indicate nella denominazione ) a prendere atto pubblicamente che quindi le nostre proposte riguardano aspetti formativi di natura didattica e non sanitaria, come erroneamente l’Associazione ritiene.

Sono spiacente che tale Associazione sia incorsa in errori tanto gravi di valutazione delle nostre proposte.

Cordiali salutie grazie se vorrete pubblicare questo mio intervento correttivo.

Salvatore Nocera

PSP. 120 docenti seminaristi e 40 tra associazioni per la disabilità, gruppi docenti e comitati genitori Chiedono alla Ministra di fermare la riforma del sostegno (o delega inclusione)

Versione stampabile
anief banner
soloformazione