“No speak english”, studenti italiani rimandati nella conoscenza della lingua inglese: “Insegnanti inadatti, si impara meglio con serie tv e social”

WhatsApp
Telegram

Su La Repubblica c’è spazio per lo studio di Education First, che mette in luce la conoscenza della lingua inglese tra i giovani nel mondo.

Dalle statistiche emerge una tendenza allarmante: dal 2015, la padronanza dell’inglese tra i giovani di 18-20 anni sta diminuendo. Un calo marcato, registrato a -89 punti sull’indice globale, segnala una problematica in crescita, accentuata dalla pandemia.

L’Italia, in particolare, sta assistendo a una flessione preoccupante, classificandosi al 35° posto, a pari merito con Spagna e Moldavia. Dopo un incremento costante fino al 2018, con 506 punti, si è verificata una discesa, portando il punteggio a 493 nel 2023. Dal 2011, sebbene l’Italia abbia visto un miglioramento da 475 a 535 punti, quest’anno ha subito una caduta netta, perdendo 13 punti rispetto al 2022.

In Italia, le competenze linguistiche variano significativamente da regione a regione. Il Friuli-Venezia Giulia si distingue con 583 punti, mentre Padova emerge come la città con il migliore inglese. Tuttavia, la Calabria si posiziona all’ultimo posto nazionale, con un punteggio che riflette la media mondiale.

Le reazioni a questo studio hanno scatenato un vivace dibattito online, con molti che puntano il dito contro l’insegnamento dell’inglese nelle scuole italiane. Le critiche riguardano la qualità dell’insegnamento e la mancanza di pratica conversazionale. Alcuni ritengono che metodi alternativi, come videogiochi, serie TV in lingua originale e interazioni con madrelingua, possano essere più efficaci.

Mentre alcuni individuano carenze nel sistema scolastico, altri sottolineano che l’apprendimento delle lingue richiede un approccio più immersivo, che può essere raggiunto solo attraverso esperienze dirette come soggiorni all’estero. Inoltre, l’avvento di Internet e dei media digitali offre opportunità senza precedenti per l’esposizione all’inglese, rendendo l’apprendimento più accessibile al di fuori del contesto scolastico.

WhatsApp
Telegram

Corsi di inglese: lezioni ed esami a casa tua. Orizzonte Scuola ed EIPASS, scopri l’offerta per livello B2 e C1