No regionalizzazione istruzione. A Reggio Calabria manifestano CGIL, CISL UIL

di redazione
ipsef

item-thumbnail

comunicato CISL  – È già in marcia a Reggio Calabria il corteo di CGIL CISL UIL nella grande manifestazione per chiedere al Governo scelte politiche efficaci per rilanciare la crescita del Paese a partire dal Sud, promuovendo investimenti che ne rafforzino l’unità e la coesione superando squilibri insostenibili.

La scuola è presente e molto visibile anche in questa occasione.

Due gli striscioni dietro ai quali sfilano lavoratrici e lavoratori dell’istruzione, università e ricerca, con una folta presenza della CISL Scuola guidata dalla segretaria generale Maddalena Gissi e dall’intera segreteria nazionale: uno richiama la centralità di istruzione e ricerca per costruire il futuro del Paese, il secondo rilancia in modo forte il “no” di tutti i maggiori sindacati alla regionalizzazione del sistema d’istruzione.

Il corteo si concluderà in piazza del Duomo con i comizi di Annamaria FurlanCarmelo Barbagallo e Maurizio Landini.

Versione stampabile
Argomenti:
soloformazione