No decurtazione ferie ATA con supplenza docente. Lettera

Stampa
ex

Inviato da Pasquale Erriquez – Chiedo intervento presso MIUR al fine di ottenere nota di chiarimento a tutte le segreterie scolastiche sulla questione ferie del personale ATA che accetta un incarico come docente fino al 30/06.

Atteso che la normativa è chiara e che non è possibile applicare il principio di monetizzazione a tale personale e quindi non si possono decurtare d’ufficio i giorni di sospensione delle attività didattiche (vedi nota MEF 72696 del 4/9/2013), è deplorevole il comportamento di talune segreterie scolastiche che disattendendo la norma e la loro funzione decurtano ai fini della fruizione i giorni di sospensione delle attività didattiche ed inviano alle scuole di titolarità FANTOMATICI decreti di ferie fruite.

Aggiungo che personalmente dopo aver insistito a LUNGO ed aver presentato reclamo scritto mi è stato risposto a voce di fare RICORSO AL GIUDICE.

È evidente l’abuso e oltre ma un cittadino un lavoratore davvero nel 2019 in ITALIA deve ricorrere alle vie legali con esborso economico per vedere Riconosciuto un sacrosanto diritto universale e costituzionalmente Sancito di godere di un periodo di riposo psicofisico!

Non sarebbe meglio un nota chiara e chiarificatrice del MIUR in cui ci sia scritto chiaramente che la decurtazione d’ufficio delle ferie si applica solo in caso di monetizzazione e quindi non al personale ATA che usufruisce dell’art 59?

Aggiungo ancora che IL ‘BERGANTINI’ a titolo di esempio sostiene la tesi contraria e quindi che a detto personale vanno decurtati d’ufficio i giorni di ferie!!!!! Attendo fiducioso iniziativa parlamentare e presso MIUR al fine di risolvere il problema. Con affetto

Stampa

Graduatorie terza fascia ATA: incrementa il punteggio con le offerte Mnemosine, Ente accreditato Miur