No concorso straordinario bis, penalizzati gli studenti. Lettera

ex

inviata da Marco Bullo –  Oggigiorno invece di premiare chi
ha seguito un percorso formativo complesso e qualificante si propone un
concorso straordinario bis, NON SELETTIVO, in modo da inserire nella
scuola Primaria e dell’infanzia persone che non hanno mai fatto un
concorso e che hanno conseguito un diploma magistrale 20, 30 o 40 anni fa
e hanno maturato negli ultimi 8 anni un solo anno di servizio.

Noi dovremmo affidare l’istruzione e la formazione dei nostri figli a queste
persone? Penso questo sia veramente vergognoso, in tal modo si va a
scalfire definitivamente la scuola facendole perdere ogni dignità e
credibilità.

A nome dei genitori e di tutti quei docenti di ruolo che hanno seguito un
iter regolare e di coloro che si trovano inseriti a pieno titolo nelle
GAE, chiedo immediatamente il ritiro di questa proposta.

In mancanza di un segnale in tal senso proporremo un ricorso di massa
contro questa proposta chiedendo il risarcimento morale ed economico per
una disparità di trattamento fra quei docenti che nonostante un diploma
magistrale e numerosi anni di servizio  hanno dovuto fare un corso di
laurea e/o un concorso altamente selettivo  e coloro che invece entrano
facendo un concorso NON SELETTIVO, sul quale vige pure qualche dubbio di
costituzionalità.

Chi viene penalizzato maggiormente con questo concorso straordinario bis
non selettivo sono gli studenti, che hanno invece diritto ad avere dei
docenti formati e selezionati.

Il senatore Pittoni invece di mettere al centro i bisogni formativi dei bambini, fa gli interessi di questi docenti diplomati magistrali, persone che si trovano in questa situazione perché hanno atteso passivamente una sanatoria, senza mai cimentarsi in un concorso ordinario o intraprendere un corso di laurea in Scienze della Formazione. Noi non ci stiamo! prima vengono i bambini!

Docenti neoassunti, formazione su didattica digitale integrata. Scegli il corso ideato da Eurosofia per acquisire le nuove, indispensabili competenze