No bandi di concorso adesso, no stress adesso. Lettera

Stampa
ex

inviata da Emanuela Butera – Salve, io sono una docente precaria di matematica nella secondaria di primo grado e anche io vorrei dire la mia.

Mi sembra assurdo che il ministro decida di proseguire con un bando di concorso adesso.
Aspetto questo concorso già da tempo ma sinceramente, penso che attualmente le priorità siano altre…
E inoltre, il ministro non ha pensato che la DaD è pesante da svolgere, dove oltre ad essere insegnanti, molti di noi sono genitori e figli.
Non ha pensato che noi precari siamo i più giovani, che stiamo lavorando con strumenti e corsi di formazione che ci siamo sudati e che continuiamo a pagare a nostre spese (senza carte docenti o altro), non sa che stiamo (almeno parlo per me) dando lezioni non solo ai nostri alunni ma anche ai nostri colleghi più anziani che di Gsuite, classroom, meet, hangouts, flipped classroom, giochi, compiti di realtà e chi più ne ha più ne metta, non ne sanno granché…
Non si può pensare di doversi mettere a studiare per un concorso nei mesi estivi, uscendo da una situazione che solo nei film di fantascienza si era vista!
Forse, sarebbe bene aspettare che l’emergenza passi e che si riprenda con la normalità prima di dover mettere altro stress su noi insegnanti che potremmo essere proprio il futuro della scuola italiana…
Grazie

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur