No alla DaD, Azione Studentesca manifesta di fronte al Ministero: “Il futuro della Nazione non può crescere dinanzi a dei monitor”

WhatsApp
Telegram

Oggi Azione Studentesca Roma è in piazza con i rappresentanti d’istituto della capitale per ribadire l’assoluta contrarietà alla didattica a distanza, che dopo due anni non è più praticabile visti i disastrosi, nonché annunciati, effetti sulla crescita personale e interpersonale degli studenti.

“Azione Studentesca continua a essere e sarà sempre al fianco degli studenti per pretendere chiarezza al ministro Bianchi e da tutto il governo”.

Lo dichiara in una nota Andrea Catalini responsabile di Azione Studentesca

“Il fatto che ci siano presidenti di regione e presidi che ancora ravvisano nella Dad uno strumento applicabile a tutti gli istituti ci fa rabbrividire. La funzione aggregativa della scuola è indispensabile, non permetteremo che il futuro della nostra Nazione cresca davanti a dei monitor. Le vere misure di sicurezza da prendere non sono queste, come mai il governo in due anni non ha ancora garantito il distanziamento nei mezzi di trasporto pubblico? Come mai non è stato creato un piano per impianti di areazione all’avanguardia in tutte le scuole d’Italia?”, si chiedono ancora i rappresentanti studenteschi.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur