NO alla bozza dei titoli di valutazione per le graduatorie provinciali. Petizione

Stampa
insegnante studente

Di Vito Marsiglia. Petizione – Riteniamo che la bozza dei titoli di valutazione per le graduatorie provinciali rappresenti una grande discriminazione contro i precari storici, perché abbiamo sostenuto tante spese per Master, diplomi e corsi di perfezionamento, certificazioni informatiche e linguistiche, ecc… per formarci e per avere un punteggio superiore.

Invece, adesso con le nuove graduatorie provinciali il punteggio dei titoli di valutazioni sono stati stravolti in modo esagerato:

– Le lauree triennali prima valevano 3 punti, adesso valgono 1,5 punti;

– I diplomi di scuola secondaria di II grado prima valevano 3 punti, adesso valgono 0 punti;

– I Master e i diplomi di perfezionamento prima valevano 3 punti, adesso valgono 0,5 punti;

– I corsi di perfezionamento prima valevano 1 punto, adesso valgono 0 punti;

– La certificazione informatica ECDL Specialised IT-Security prima valeva 1,5 punti, adesso vale 0,5 punti;

– Le altre attività di insegnamento nelle graduatorie di III fascia prima valevano 3 punti per 12 mesi, adesso 0 punti.

Chiediamo di ripristinare i titoli di valutazione del D.M. n. 374 del 01/06/2017 o almeno di lasciare invariati i punteggi dei titoli sopra elencati, perché dopo tanti sacrifici e tante spese sostenute per la formazione meritiamo di avere il punteggio che ci spetta nelle graduatorie provinciali. Siamo docenti come tutti gli altri e meritiamo che i nostri sacrifici vengano riconosciuti. Siamo precari, non per nostra scelta. Non siamo parassiti della scuola come veniamo definiti.

Vai alla petizione

Stampa

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia