No al concorso truffa: arruolamento di personale docente che già da anni lavora nelle scuole. Lettera

Stampa

Francesca Giglio – Mmmmm eppure sembra tutto così drasticamente semplice che mi viene da pensare che sotto sotto ci sia qualcosa di viscido e di poco attinente alle dottrine morali di uno stato che si professa democratico.

Francesca Giglio – Mmmmm eppure sembra tutto così drasticamente semplice che mi viene da pensare che sotto sotto ci sia qualcosa di viscido e di poco attinente alle dottrine morali di uno stato che si professa democratico. La questione è : perché bandire un concorso per l'arruolamento di personale docente che già da anni lavora nelle scuole? Arruolamento di che? Di chi? Due anni fa mi ponevo un interrogativo simile e mi chiedevo del perché dovevo abilitarmi all'insegnamento frequentando un corso costosissimo lontano da casa e studiando per superare esami già superati, se già insegnavo da quasi 10 anni?

Perché lo stato mi dava il permesso di lavorare nella scuola , di compilare registri, promuovere, bocciare, partecipare ad esami di stato se poi non mi giudicava abilitata all'insegnamento? Anche allora qualcosa puzzava di marcio. ci siamo abilitati ugualmente e con quest'azione abbiamo sborsato soldi, tanti, alle università, abbiamo faticato, sofferto, studiato, viaggiato. Ed ancora perché chiudere il concorso ai neo laureati privi di abilitazione? Che se ne faranno della laurea per i prossimi tre anni? Perché ministra si è voluta complicare la vita bandendo questo concorso assolutamente inutile? Mica ci starete guadagnando un po tutti con la pioggia di ricorsi che tutti, chi tfa chi pas, SFP, chi esclusi stiamo intraprendendo con vari sindacati facendogli guadagnare milioni di euro? Cara ministra perché si è cacciata in questo inghippo?

Ecco un consiglio, semplice e chiaro  RIAPRA le GAE e attivi dei percorsi abilitanti per i neo laureati. fornite ai futuri aspiranti insegnanti un chiaro e definito percorso di arruolamento nella scuola che deve essere fornito dal primo anno di studi universitari. Non sono contro la formazione, ma il percorso deve essere DEFINITO PRIMA.

Perché ogni anno non possiamo azzerare quello che abbiamo fatto l'anno precedente e rimettere tutto nuovamente in ballo. Ci pensi ministra, ma non troppo, altrimenti combina un altro casino.
Firmato una docente di storia e filosofia, che ama il suo lavoro e nonostante tutto crede ancora nella scuola.

Stampa

Dattilografia + ECDL: 1,60 punti per il personale ATA a soli 160€!