No al concorso scuola docenti truffa: appello di Piero Pelù. Commissari pagati un euro l’ora fanno notizia al TG. Domani calendario prove

WhatsApp
Telegram

"Centinaia di insegnanti mi scrivono disperati per informare da questo FB che lo Stato sta per licenziare con un concorso trabocchetto migliaia di professori che il loro ruolo se lo sono guadagnato con anni di sacrifici onesti."

"Centinaia di insegnanti mi scrivono disperati per informare da questo FB che lo Stato sta per licenziare con un concorso trabocchetto migliaia di professori che il loro ruolo se lo sono guadagnato con anni di sacrifici onesti."

Questo l'appello del musicista Piero Pelù Vai alla pagina

E la mancanza di commissari, di cui OrizzonteScuola ha parlato in anteprima, adesso fa notizia al TG5. Molte le regioni che dopo la chiusura dei termini per la candidatura a commissari e Presidenti delle commissioni esaminatrici, si vedono costrette a riaprire i termini per la candidatura. Anche fra i docenti pensionati, o fra il personale amministrativo per il ruolo di segretario.

Insomma, insieme alla ricerca di aule che permettano di svolgere serenamente la prova computer based (queste le richieste dei candidati Concorso scuola docenti 2016. Coordinamento Nazionale TFA: necessarie garanzie di sicurezza informatica alla prova scritta ) anche con l'eventuale ammissione di un numero imprecisato di candidati che potrebbero ottenere decreti monocratici il giorno precedente la prova, c'è il problema commissari.

Un problema che – stando al servizio del TG5 – è riferito esclusivamente agli scarsi compensi. Ma potrebbe esserci anche qualche motivazione in più Concorso scuola docenti: docenti di ruolo non si candidano a commissari. Questione economica, di solidarietà con proteste abilitati, o di dignità professionale?

Intanto domani saranno pubblicate in Gazzetta Ufficiale le date delle prove che – come confermato dal Ministro – avranno inizio il 28 aprile.

Tutto sul concorso a cattedra

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur