No agli Esami di Stato in presenza, venerdì 29 gli insegnanti spengono per 24 ore i loro computer

Stampa

Scuola Bene Comune e Partigiani Suola Pubblica – Gli Esami di Stato in presenza con mascherina chirurgica,  senza una sicurezza appropriata, con tutta la burocrazia che ci sarà da sbrigare, per 500.000 studentesse e studenti e 13.000 commissari non é sicuro.

Siamo cavie per un non chiaro esperimento di Stato appoggiato da tutti i partiti, dalle televisioni e dai giornali.

Basta poco per tornate al punto di partenza,  uno o più  positivi asintomatici e si torna indietro.

Gli insegnanti, gli studenti non vogliono essere le cavie di un esperimento inutile e sbagliato.

Vorremmo tutti l’esame in presenza ma  in questo momento non possiamo permettercelo.

Per questo Venerdì 29 maggio  gli insegnanti chiuderanno i Computer , i tablet gli smartphone per protesta e per un esame in totale sicurezza che a questo punto non può  che essere a distanza.

Stampa

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia