No agli accorpamenti scolastici: Sinistra Italiana presenta un disegno di legge per tornare a numeri ragionevoli

WhatsApp
Telegram

“Presenteremo nei prossimi giorni alla Camera dei deputati un disegno di legge per cancellare gli accorpamenti delle presidenze e delle scuole, riportando a 400 alunni il numero minimo per l’autonomia degli istituti (200 per comuni montani, isole, zone con specialità linguistiche). Rispondiamo così all’ulteriore attacco di questo governo alla scuola pubblica”, ha dichiarato Giuseppe Buondonno, Responsabile Scuola e Università di Sinistra Italiana.

Secondo Buondonno, “nelle scuole si lavora meglio con numeri piccoli, sia nelle classi che negli istituti; i dirigenti devono poter conoscere i problemi di docenti e studenti. Alla scuola non servono tagli, ma investimenti, finanziari e di risorse umane”.

La proposta di legge di Sinistra Italiana si pone come obiettivo quello di contrastare la tendenza all’accorpamento degli istituti scolastici, che spesso porta alla creazione di mega-scuole con migliaia di studenti. Questa politica, secondo i critici, non solo rende più difficile la gestione delle scuole, ma rischia anche di peggiorare la qualità dell’insegnamento e di allontanare i dirigenti scolastici dai problemi concreti di docenti e studenti.

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri