No a proroghe GM 2016, bandi siano rispettati. Lettera

Stampa
ex

Inviato dalla Prof. ssa Rosa Cuomo – Scrivo a nome, anche, di una delegazione di docenti che da tempo, come me, stanno aspettando con ansia di entrare in ruolo, ma vedono svanire ogni anno che passa questa loro legittima aspettativa.

Scrivo a nome, anche, di una delegazione di docenti che da tempo, come me, stanno aspettando con ansia di entrare in ruolo, ma vedono svanire ogni anno che passa questa loro legittima aspettativa.

Siamo insegnanti che abbiamo sostenuto, le prove concorsuali del 2018 e non solo, i cosiddetti FIT che, in realtà, dovevano essere, in fase transitoria, strumento per eliminare il precariato storico.

Nonostante l’ulteriore sacrificio richiestoci poiché moltissimi di noi sono presenti anche nelle GM 2016, vi abbiamo partecipato, ritenendo che il concorso 2018 valorizzasse, oltre al servizio e ai titoli, anche lo stesso concorso 2016 con l’attribuzione di un punteggio pari a 15.

Concorso che non è consistito in una semplice ratifica ma dove, prendere il massimo o il minimo, faceva la differenza in termini di posizione in graduatoria. Abbiamo speso soldi, tempo e fatica, e nonostante ciò nulla è cambiato.

Ma  non solo!

In questo clima politico estremamente incerto, si richiedono, all’interno del decreto salva precari ulteriori proroghe delle GM 2016, pur se nel bando del medesimo concorso  erano previsti:

  1. un numero di vincitori certo
  2. la vigenza triennale delle graduatorie, fermo restando il diritto dei vincitori che resta tutelato dal decreto dignità di agosto 2018
  3. La decadenza delle stesse con la pubblicazione delle graduatorie del successivo concorso come previsto dall’art 400 del TU comma 15, lasciando così spazio allo scorrimento delle  graduatorie concorsuali del 2018.

Ebbene la situazione va sempre peggiorando per molti di noi che, pur avendo tutti i requisiti e con un’esperienza spesso pluriennale alle spalle, si trovano ad oggi in una sorta di limbo e nell’incertezza più totale ed assoluta. Questa non è una lettera solo di protesta ma una lettera di speranza : Cosa bisogna fare ancora? BASTA !!! Siamo stanchi con la PRECARIETÀ…!!!!!!!

Noi non chiediamo i MIRACOLI….né mega assunzioni, o di riaprire le GAE, ma almeno la certezza di poter iniziare a sperare anche noi e, poiché le GM 2018 sono ad esaurimento, e senza ledere i diritti di nessuno, di poter avere il tanto sospirato ruolo e di poter, nella nostra profonda precarietà, iniziare a pensare di poter costruire qualcosa;  una luce in  fondo al tunnel.

Noi chiediamo solo la certezza che i bandi siano rispettati e che le GM 2016 facciano il loro naturale decorso, senza ulteriori proroghe e che le carte non vengano cambiate durante il gioco poiché a tali carte sono legate delle vite e delle progettualità.

Stampa

Preparazione concorsi e TFA Sostegno con CFIScuola!