“No a didattica a distanza, lezioni all’aperto fino al 15 luglio”: manifesto delle mamme

Stampa

“Riapriamo la scuola della Costituzione dopo il Covid” è il gruppo Facebook della giornalista e scrittrice Paola Setti, che lamenta la difficoltà nella gestione del lavoro e della famiglie delle mamme italiane.

Da qui l’idea di creare un manifesto che dice no alla didattica a distanza e sì alle lezioni nelle piazze e nei parchi.

Abbiamo chiuso gli studenti in una bolla, seduti davanti agli schermi, come un problema da rimuovere – si legge nel Manifesto riportato da Il Messaggero – Non è stata valutata alcuna ipotesi di sfruttare almeno una parte dei mesi estivi per far recuperare ai nostri figli un po’ della scolarità perduta. Si è vagliata invece una improbabile modalità mista tra Didattica a distanza e presenza in classe tre giorni la settimana“.

E allora la proposta: “Spazi aperti per una scuola estiva, almeno fino al 15 luglioe almeno nei centri meno colpiti dall’epidemia, garantendo così al contempo la necessaria socialità ai ragazzi, il diritto alle ferie degli insegnanti e un aiuto concreto alle molte famiglie che non potranno permettersi di andare in vacanza né di pagare ai propri figli il centro estivo“. Il manifesto chiede anche un piano straordinario di assunzioni a settembre di docenti e ATA.

 

Stampa

Eurosofia, scopri un modo nuovo e creativo per approcciarti all’arte: “Il metodo del diario visivo” ideato da Federica Ciribì