Niente pancia scoperta in classe: il dress code della preside non piace agli studenti che per protesta si presentano a scuola con top e magliette corte

WhatsApp
Telegram

“Niente magliette che lascino la pancia completamente nuda”. Si legge sul testo di una lettera che la preside del liceo delle scienze sociali e artistico in lingua tedesca di Brunico, in provincia di Bolzano, ha inviato agli studenti.

Neanche a dirlo, il dress code non è piaciuto agli studenti che in segno di protesta, si legge su Fanpage.it, si sono presentati in classe con top e magliette corte, lasciando dunque l’ombelico scoperto.

La circolare inviata dalla dirigente dell’istituto, Isolde Maria Künig, alle famiglie si delineavano alcune linee guida sull’abbigliamento “appropriato” da tenere a scuola, consigliando in particolare di evitare l’ombelico scoperto.

“Preferibilmente – si legge nella lettera – vanno evitate magliette che lascino la pancia completamente nuda”. Nel testo, riportano i siti locali, si menzionavano anche le sanzioni per i trasgressori.

Forse ho sbagliato a mettere questi concetti in forma scritta perché non si è inteso il tono della formulazione – ha spiegato la dirigente scolastica – La lettera ha preso un significato differente da quelle che erano le intenzioni. Avrei dovuto parlare direttamente con gli studenti“. 

WhatsApp
Telegram

A luglio, in tutta Italia, partecipa ai nuovi “Workshop formativi: pensare da dirigente scolastico” organizzati da Eurosofia