Niente Mozart per gli studenti delle medie: troppo erotico

di redazione
ipsef

item-thumbnail

“E’ meglio che i giovani scoprano il sesso con Mozart oppure lasciandoli soli davanti a siti porno, oggi facilmente accessibili?”.

E’ quanto ha affermato il sindaco di Ascoli Piceno, sul caso di alcune insegnanti di scuola media che hanno scelto di non far assistere i propri studenti  a “Così fan tutte”, proposta dalla Fondazione Lirica delle Marche.

“Generalmente a queste rappresentazioni pomeridiane partecipano l’80% di studenti delle medie e il 20% delle superiori. Stavolta non abbiamo avuto richieste dalle medie, a parte un istituto, e ci siamo chiesti il perché – spiega il sindaco -. E’ emerso che a far rinunciare le insegnanti è stata sia la lunga durata dell’opera, sia il tema licenzioso ed erotico. Non so quale dei due motivi sia stato preponderante”

Per il sindaco “l’approccio alla sessualità e all’erotismo è meglio che sia gestito dalle famiglie, dalla scuola e, perché no, anche da Mozart. Il vero problema – conclude – è il dilagare della pornografia”.

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione