Niente mascherine se tutti in classe vaccinati, Floridia frena: “Non entrerà subito in vigore, in seguito valuteremo fattibilità

Stampa

“Condivido l’obiettivo, è auspicabile un ritorno alla normalità”. Ad intervenire sull’intenzione del ministro Bianchi di far togliere le mascherine nelle classi in cui tutti i ragazzi sono vaccinati è la sottosegretaria all’Istruzione Barbara Floridia.

“Non credo possa entrare in vigore nell’immediato perché sono necessarie ulteriori valutazioni e va sempre considerato l’andamento dei contagi. Facciamo partire l’anno scolastico in presenza e successivamente ne valuteremo la fattibilità”, spiega.

Niente mascherina in classe se sono tutti vaccinati, Meloni polemica: “Bianchi ci riporterà alla Dad”. Anche gli scienziati invitano alla prudenza

Il proposito di Bianchi di far abbassare le mascherine si regge, secondo la sottosegretaria, sull’impianto normativo definito dal Decreto 111/2021 “che specifica che protocolli o linee guida possano derogare all’uso della mascherina in classi di studenti che abbiano tutti completato il ciclo vaccinale o abbiano un certificato di guarigione in corso di validità. Detto questo occorre una valutazione approfondita – rimarca Floridia – Il mio timore è che si possano creare discriminazioni fra gli studenti non essendo possibile, a normativa vigente, sapere se gli studenti e le studentesse siano vaccinati o meno e soprattutto non possiamo rischiare di vanificare gli sforzi che abbiamo profuso per portare i ragazzi in presenza per l’intero anno scolastico”.

Discriminazioni che spaventano tanto più che si tratta di minori, che sottostanno a decisioni dei genitori: “Prioritaria è per me la tutela dei ragazzi per questo serve una valutazione seria e approfondita – conferma Floridia – certamente bisognerà garantire la tutela della privacy degli alunni attivando un percorso di confronto sia con le
autorità sanitarie che con il garante”.

Non teme da un punto di vista psicologico in un momento di grande fragilità come l’attuale l’incremento di sensi di colpa e rischi di bullismo? “Ho già chiesto al Ministro che venga rinnovato il protocollo siglato con l’ordine degli psicologi durante il governo Conte – annuncia la Sottosegretaria – A tal fine ho sollecitato un monitoraggio per capire se queste figure all’interno delle scuole siano state di supporto per i ragazzi e il 66% degli intervistati conferma l’impatto positivo degli interventi rivolti agli studenti per promuovere il loro benessere psicologico. Credo – conclude – che con l’implementazione di queste figure professionali all’interno delle scuole si possa intervenire in maniera significativa sui disagi e sulle fragilità degli studenti”.

Niente mascherina se tutti sono vaccinati, Giannelli: “In una classe con 25 studenti, uno solo senza vaccino, come si sentirà questo ragazzo?”

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur