“Conferenza nazionale della scuola nel 2022”, così il ministro Bianchi al Senato

Stampa

Dopo la Camera, il Senato. Il ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi, è intervenuto presso la Commissione Cultura a Palazzo Madama. Diversi gli argomenti trattati nel corso del suo discorso.

“La possibilità di non indossare la mascherina nelle classi in cui sono tutti vaccinati è prevista nel decreto di agosto. Nessuno ha intenzione di creare discriminazioni. Non questo Governo, sicuramente non questa maggioranza, lavorando come abbiamo sempre fatto con l’Autorità per la privacy”. 

Poi ha aggiunto: “Siamo in sede di discussione di quel decreto; questa cosa che ho detto sicuramente sarà motivo di discussione fra voi. Il mantenerla è nelle vostre mani, laddove riteniate che non sia un invito, un incentivo a vaccinarsi, ma un punto lesivo. Questo è il Parlamento”.

Le parole del ministro dell’Istruzione alla Camera dei deputati [RESOCONTO]

Poi l’annuncio: “Una conferenza nazionale della scuola debutterà il prossimo anno, dopo 30 anni dall’ultima per organizzare gli stati generali anche a livello territoriale. Centinaia di migliaia di persone stanno lavorando per questo nell’interesse del Paese”.

E ancora: “Dobbiamo riportare i laboratori al centro dell’attività didattica non solo per gli istituti professionali. Purtroppo nelle ultime riforme erano stati ridotti i tempi di laboratorio. Noi dobbiamo riportarli al centro”.

Obbligo mascherina a scuola: nessuna deroga per docenti vaccinati o con certificato di guarigione

Stampa

Didattica inclusiva attraverso alcune figure del mito greco. Corso online riconosciuto dal Ministero dell’istruzione