Non ci sono soldi per il personale ATA nella legge di bilancio, il nulla cosmico. Movimento Nazionale DSGA all’attacco

WhatsApp
Telegram

Nella nuova Legge di Bilancio non c’è una sola norma o passaggio dedicato alla valorizzazione ed al riconoscimento del personale ATA ed in particolare dei Direttori SGA.

Ancora una volta le segreterie cadono nel dimenticatoio e nelle vuote parole di un cambiamento che neppure le risorse del PNRR sembrano poter garantire.

Si parla infatti di proroga per il personale Docente “Covid” e non per gli ATA, anche se nel tempo della pandemia diviene più importate il ruolo del collaboratore che contribuisce a sanificare ed igienizzare gli ambienti. Una scelta che rende palese la scarsa conoscenza del mondo scuola.

I Sindacati? Non pervenuti, siamo troppo pochi per contare qualcosa. Meno di 6000 DSGA di ruolo in tutta Italia mentre i docenti sfiorano il milione.

Eppure oggi le risorse ci sono. Le scuole stanno ricevendo soldi per comprare ogni cosa e spesso si tratta di veri e propri sprechi. Basta pensare alla quantità industriale di mascherine e gel sufficienti a soddisfare il fabbisogno non solo degli studenti ma dell’intera Nazione.

A settembre 2021 sono risultati vacanti circa 2000 posti nel profilo di DSGA. Per cui il MIUR ha fatto inizialmente ricorso agli Assistenti Amministrativi in servizio per dare loro un incarico di c.d. Facente Funzioni.

Nonostante queste nomine per tamponare in diverse Province d’Italia restano dei vuoti spaventosi. Diversi Direttori SGA per dare un contributo all’Amministrazione hanno accettato incarichi di reggenza su più scuole nonostante le mille complessità derivanti dal ruolo.

Ebbene, oltre al danno la beffa poiché diverse ragionerie territoriali non riconoscono l’indennità di reggenza (214,00€ lordo dipendente: una miseria) essendo la stessa prevista solo per le scuole sottodimensionate.

Chiosa finale:

L’unico funzionario direttivo (il DSGA) della scuola ha vincolo quinquennale, il resto della segreteria può partecipare alla mobilità ogni anno, mentre i docenti hanno ottenuto la riduzione del vincolo a tre anni con un emendamento al decreto sostegni.

Il Personale ATA per Ministero, Politici e Sindacati resta invisibile, per questa ragione stiamo organizzando dei sit-in di protesta sotto le sedi degli uffici scolastici regionali:

Siamo pronti a serrare le braccia e senza il personale Ata le scuole si fermano.

WhatsApp
Telegram

ASUNIVER e MNEMOSINE, dottorato di ricerca in Spagna: cresci professionalmente e accedi alla carriera universitaria con tre anni di congedo retribuito