Niente gite scolastiche, guide turistiche senza lavoro. Lettera

Stampa
ex

Michail Fiorentino  Guida Turistica abilitata della Regione Campania  E membro della Flaica CUB Guide Turistiche  – Gite scolastiche, il Governo non dimentichi l’importante ruolo di interpreti ed ambasciatori dei beni storico-artistici e culturali ricoperto dalle guide turistiche.

Dal mese di marzo al mese di maggio: è questo il periodo in cui normalmente le scuole prevedono i viaggi di istruzione di più giorni o le ‘’uscite didattiche giornaliere’’ .

Solitamente, in questo periodo dell’anno, tra il museo degli Uffizi, il Pantheon e gli scavi archeologici di Paestum ( per citare solo alcune delle località più gettonate ), le sale o i percorsi dedicati si affollano di studenti che hanno sete di conoscenza.

Può trattarsi di bambini di 6 anni o di prossimi maturandi; possono, dunque, essere all’ inizio del loro approccio con l’arte, la storia, la storia dell’arte, o possono essere al termine di un percorso formativo specifico del settore storico-artistico.

Insomma, una platea piuttosto eterogenea, a cui la guida turistica deve essere in grado di adattare una visita guidata-didattica.

Una guida turistica professionale ha competenze multidisciplinari: infatti, l’esame di abilitazione alla professione consta nella dettagliata verifica delle competenze relative a materie quali storia dell’arte, storia, geografia, archeologia, legislazione e tecnica turistica inerenti i beni culturali ricadenti nel territorio in cui opera.

A tali competenze va aggiunta una grande passione, nonché la capacità di trasmettere la propria conoscenza e renderla ‘’ appetibile’’ .

Tante domande, occhi che brillano, bocche spalancate, lo stupore espresso attraverso un ‘’ guarda!’’ , indici puntati verso una statua o un mosaico, queste sono solo alcune delle immagini che mi vengono in mente pensando ai nostri giovani studenti che visitano il ‘’museo diffuso’’ chiamato Italia.

Poi ci sono loro, i docenti, gli educatori ed i dirigenti scolastici, che con grande professionalità e passione per il proprio lavoro si fanno carico di enormi responsabilità pur di dare la possibilità ai loro studenti di conoscere il patrimonio del ’’ bel Paese’’.

Quest’anno purtroppo, il COVID- 19, con il suo effetto tsunami, ha travolto tutta Italia, ed ahimè la telefonata che ho ricevuto dalla maestra Carla, che da 5 anni viene a trovarmi con i suoi alunni , mi dice : Michail, è futile che io ti chiami per annullare la visita agli scavi di Pompei , come sai ( perché tutti i mass media ne parlano ), gli edifici scolastici sono chiusi e noi stiamo facendo didattica in modalità telematica’’.

Poi aggiunge ,‘’ magari potessimo fare almeno una delle tue visite guidate on-line , ma ora come stai? , immagino che tu ed i tuoi colleghi abbiate perso tutto il lavoro’’ ……

Si, noi guide turistiche abbiamo avuto la cancellazione totale delle visite guidate-didattiche e questo ci ha lasciati in una situazione preoccupante dal punto di vista economico (e questo lo dico anche in veste di rappresentante di categoria per il sindacato CUB guide ).

Lo stato di inattività lavorativa per noi si protrarra’ per molti mesi, soprattutto a causa del distanziamento sociale che dovremo mantenere.

Purtroppo, allo stato attuale, non esiste un piano a lungo termine che prevede sostegno per noi professionisti della cultura e del turismo.

Ci auguriamo che i Ministri Azzolina ( per il MI) e Francheschini ( Mibact ) possano collaborare nella celere predisposizione di un piano strategico per supportarci fino alla ripresa dei viaggi di istruzione . Il Governo Italiano non dimentichi l’importante ruolo di interpreti ed ambasciatori dei beni storico-artistici e culturali ricoperto dalle guide turistiche .

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur