Niente Dante per due studenti, la docente rischia la sospensione. USR Veneto precisa: “Non ci sono conclusioni predeterminate”

WhatsApp
Telegram

Una docente di lettere di una scuola media di Treviso rischia una sospensione per aver deciso autonomamente di dispensare due studenti di fede non cattolica, un musulmano e un buddista, dallo studio di Dante e in particolare della Divina Commedia.

Come segnala La Tribuna di Treviso, l’iniziativa “estemporanea” dell’insegnante, non concordata né con il dirigente scolastico né con il consiglio di classe, è finita sotto la lente degli ispettori ministeriali che hanno avviato un procedimento disciplinare. “È emersa l’estemporaneità dell’iniziativa della docente, non coerente con la programmazione presentata per la sua materia”, hanno fatto sapere dal Ministero dell’Istruzione.

Il ministro Giuseppe Valditara ha ribadito che “non sono ammesse deroghe alla programmazione se non nei casi previsti”. Gli ambienti scolastici ipotizzano che il provvedimento sarà “proporzionato alla portata dell’errore” e non metterà in dubbio l’adeguatezza dell’insegnante, lasciando presagire un semplice richiamo.

La docente, attualmente a casa per malattia, avrebbe agito dopo aver ricevuto in passato lamentele dalle famiglie per lo studio della Divina Commedia, ritenuta offensiva per la collocazione di Maometto all’Inferno. A gennaio aveva inviato ai genitori l’invito ad esprimersi, e due famiglie avevano giudicato lo studio “offensivo per la loro cultura”.

Dall’istituto sottolineano un “errore procedurale”: prima di chiedere il consenso, l’insegnante avrebbe dovuto concordare l’iniziativa con la dirigenza. Gli studenti coinvolti sarebbero “molto dispiaciuti” per l’accaduto, essendo affezionati alla docente.

L’Usr precisa

La notizia riportata da un organo di stampa trevigiano che titola “Caso Dante, prof sospesa oltre dieci giorni” non è vera. Richiesta la rettifica: Un organo di stampa trevigiano, La Tribuna di Treviso, rilanciato senza controllo online, parla oggi di 10 giorni di sospensione alla docente protagonista dell’esonero dallo studio di Dante in una scuola secondaria di primo grado di Treviso. Il procedimento è avviato e non ci sono conclusioni predeterminate, né indicazioni in merito”. 

WhatsApp
Telegram

“Percorsi abilitanti 30 CFU ai sensi dell’art. 13 del DPCM 04/08/2023”.  Hai tempo solo fino al 27 giugno 2024. Contatta Eurosofia