Niente cellulare a scuola, studenti lo controllano anche 70 volte al giorno. Divieto entra nel Regolamento di Istituto

di redazione

item-thumbnail

Video, Facebook e Instagram diventano un tormentone? Si allarga il numero delle scuole che prende posizione sull’utilizzo dei cellulari al di fuori dell’attività didattica, sotto regia dell’insegnante. 

Si può stare con gli altri anche senza smartphone. Così alla decisione del Dirigente Scolastico del comprensivo “Biella 2”fa seguito quella dell’istituto Tecnico Oriani di Faenza (Ravenna).

Il cellulare non potrà essere utilizzato in classe ma neanche nei momenti pausa o in palestra. Può essere portato a scuola ma consegnato all’ingresso e depositato in apposite custodie.

La scelta è orientata al  “benessere e la salute degli studenti, e rientra a pieno titolo nel regolamento della scuola nel contesto dell’autonomia didattica”

La decisione scaturisce anche dai dati recentemente diffusi dall’Associazione Di.Te:  gli adolescenti controllano in media lo smartphone 70 volte al giorno, con picchi di 110.

Versione stampabile
Argomenti:
soloformazione