Niente bonus 200 euro per i precari. Anief: “Sono figli di un Dio minore? Ingiusta discriminazione”

WhatsApp
Telegram
Anief

Non percepiranno nessun bonus da “200 euro” tutti i precari della scuola, docenti e ATA, supplenti annuali con il contratto scaduto lo scorso 30 giugno.

È fallito il tentativo del M5S di correggere l’ennesima discriminazione a danno del personale della scuola: è stato infatti bocciato l’emendamento al Decreto Aiuti, durante l’esame del provvedimento presso la Commissione Bilancio della Camera. Rimangono esclusi, dunque, tutti i docenti e Ata non di ruolo con incarico fino al 30 giugno 2022: non avendo una “retribuzione” nel mese di luglio (condizione prevista dal “Decreto Aiuti”, il DL 50/2022, in quanto non più in servizio, non potranno ricevere direttamente l’indennità. Rimane incomprensibile per ANIEF la formulazione dei requisiti previsti dal “Decreto “Aiuti” che prevede il riconoscimento del bonus solamente per chi è percettore di NASPI nel mese di giugno e non anche tutto il personale in NASPI dal mese di luglio.

Secondo il legislatore, tutto il personale precario al 30 giugno rimarrebbe escluso perché senza stipendio a luglio e senza NASPI a giugno? Secondo Anief non può che trattarsi di errore, di una mancata previsione del caso specifico: il Parlamento intervenga immediatamente! “In base a quale criterio – chiede Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief – si vuole negare l’erogazione del bonus ad una tipologia di precari, gli assunti al 30 giugno? Quale giustificazione il Governo vuole opporre a chi reclama il sacrosanto diritto di percepire lo stesso bonus riconosciuto ai colleghi, oltre alla vasta platea di tutti gli altri beneficiari?”.

“Vista l’ingiusta ed evidente ennesima discriminazione – continua Pacifico – il nostro sindacato chiede oggi al Parlamento di rivedere le norma. Altrimenti, in caso contrario, come già accaduto con il riconoscimento ai precari della “carta del docente”, ancora una volta assisteremo alla parodia, tutta italiana, del riconoscimento di un diritto ottenuto per via giudiziaria e non legislativa”.

CHI HA DIRITTO DEL BONUS 200 EURO

A normativa vigente percepirà il “Bonus 200 euro”:

– Tutto il personale, docenti e ATA con scadenza contratto al 31 agosto, con la mensilità di luglio 2022. Non serve nessuna richiesta, verrà accreditato in automatico dal MEF;

– I supplenti brevi, docenti e ATA a cui è scaduto il contratto prima del 30 giugno e che quindi hanno attiva la NASPI già dal mese di giugno, come previsto dall’articolo 32 comma 9 del Decreto Aiuti. Anche in questo caso per la fruizione del beneficio non deve essere presentata alcuna domanda ma lo stesso è erogato d’ufficio dall’Istituto con le medesime modalità di pagamento della prestazione di disoccupazione. Presumibilmente nel mese di ottobre – circolare INPS n° 73 del 24-06-2022.

WhatsApp
Telegram

Adempimenti dei Dirigenti scolastici per l’avvio del nuovo anno scolastico: scarica o acquista il nuovo numero della rivista per Dirigenti, vicepresidi, collaboratori del DS e figure di staff