Nichi Vendola (SEL): il 5 maggio la risposta della scuola a Renzi

di redazione
ipsef

Non si cambia e non si salva la scuola pubblica italiana, massacrata per anni dai governi che si sono succeduti compreso questo, con un disegno di legge inaccettabile, un provvedimento che continuera' ad essere inaccettabile nonostante quei piccoli aggiustamenti che a Palazzo Chigi si stanno studiando e con le furbizie regolamentari utilizzate in Parlamento per soffocare quei sostanziali miglioramenti che le opposizioni possono presentare raccogliendo le proposte che il mondo della scuola ha avanzato.

Non si cambia e non si salva la scuola pubblica italiana, massacrata per anni dai governi che si sono succeduti compreso questo, con un disegno di legge inaccettabile, un provvedimento che continuera' ad essere inaccettabile nonostante quei piccoli aggiustamenti che a Palazzo Chigi si stanno studiando e con le furbizie regolamentari utilizzate in Parlamento per soffocare quei sostanziali miglioramenti che le opposizioni possono presentare raccogliendo le proposte che il mondo della scuola ha avanzato.

Lo afferma Nichi Vendola, presidente di Sinistra Ecologia Liberta', presentando il convegno pubblico sulla scuola che si terra' a Roma lunedi prossimo 4 maggio.

Continui il governo – prosegue il leader di Sel – a non ascoltare il grido di dolore che viene da quel mondo, continui a non considerare urgente e necessario un decreto per l'assunzione dei docenti precari, continui a considerare i docenti e gli studenti un peso, e vedra' martedi 5 maggio prossimo la risposta del Paese, non solo quella dei sindacati impiccioni come pensa Renzi.

Noi saremo con loro, conclude Vendola.

Lunedì prossimo 4 maggio 2015 a Roma Sinistra Ecologia Liberta' promuove il convegno pubblico "Tutta un'altra scuola" alle ore 17 presso la Sala Fregosi di Palazzo Valentini (Provincia, via IV novembre 119/a).Intervengono tra gli altri Tullio De Mauro, lo scrittore Christian Raimo, Benedetto Vertecchi, Giuseppe Bagni presidente del CIDI, Marina Boscaino, Anna Fedeli Flc Cgil, Alberto Irone Portavoce nazionale Rete Studenti Medi, Danilo
Lampis coordinatore naz.le Unione degli Studenti, Angela Nava presidente Coordinamento Genitori Democratici, Filomena Di Cesare, Aron Vinci, i rappresentanti di Sel impegnati in Parlamento nel contrasto al ddl del governo sulla scuola ed altri rappresentanti istituzionali. Conclude Nichi Vendola

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione