Neolaureato subito in cattedra: “I miei colleghi di università preferiscono altro, con stipendi migliori l’insegnamento diventerebbe più attrattivo”

WhatsApp
Telegram

A La Repubblica parla un docente neolaureato in matematica, subito in cattedra dopo aver ottenuto la laurea.

Gianluca, 26 anni, spiega: “Non appena mi sono messo a cercare lavoro ho mandato molte messe a disposizione nelle scuole di Firenze e dintorni. Mi sono laureato a Messina il 14 dicembre. Mi hanno chiamato il 9 gennaio e l’11 ero già qui. Quando è arrivata la chiamata ho fatto subito le valigie e sono partito. Alle superiori ero bravo in matematica. Mi sono accorto che riuscivo facilmente anche a spiegarla ai miei compagni. Riuscivo a fargli capire le cose a differenza del mio professore. Così ho deciso che insegnare poteva essere il mio mestiere”. Poi aggiunge: “Credo che con stipendi migliori questo mestiere diventerebbe più attrattivo”.

Leggi anche

Profumo: “La matematica è vista dagli studenti come un mondo duro e invasivo. Preferiscono sapere veloce e superficiale”

WhatsApp
Telegram

Diventa docente di sostegno, bando a breve: corso di preparazione, con simulatore per la preselettiva. 100 euro