Neoimmessi con supplenza al 30 giugno: per malattia, permessi e ferie sono precari o docenti di ruolo?

Stampa

A chiarirlo il sindacato UIL nella scheda di commento e spiegazioni alla fase C, ma le stesse considerazioni valgono anche per la fase B. La posizione giuridica dei neoimmessi in ruolo che hanno prorogato presa di servizio grazie alla supplenza al 30 giugno.

A chiarirlo il sindacato UIL nella scheda di commento e spiegazioni alla fase C, ma le stesse considerazioni valgono anche per la fase B. La posizione giuridica dei neoimmessi in ruolo che hanno prorogato presa di servizio grazie alla supplenza al 30 giugno.

Nella scheda UIL leggiamo

"Il personale docente con nomina giuridica a tempo indeterminato che opta per il mantenimento in essere della supplenza annuale come viene trattato?

Detto personale, considerato che a norma di legge è già giuridicamente nei ruoli dal 1° settembre 2015, ad eccezione che per gli effetti economici che decorrono dal giorno di assunzione in servizio, è assoggettato ai diritti e doveri del personale di ruolo previsti dal CCNL"

Naturalmente, trattandosi di un trattamento più favorevole, non possiamo che concordare. E tuttavia bisogna prestare attenzione al fatto che è necessario che tale posizione giuridica si evinca anche dal sistema SIDI, nel quale finora tali docenti sono inseriti come docenti a tempo determinato.

Nel sistema di caricamento dei contratti, disciplinato dalla nota del 26 novembre 2015 il Miur non ha pensato a questo particolare.

Immissioni in ruolo fase C: come stipulare i contratti. Nota Miur alle segreterie

Chi si trovasse in questa condizione può chiedere in segreteria come compare il suo nominativo e segnalarcelo a [email protected]

Leggi anche Ferie e permessi: che differenze tra precari e docenti di ruolo?

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur