Neoimmessi in ruolo, Anief avvia la preadesione al ricorso contro il vincolo quinquennale nella sede di titolarità

Stampa

Anief – Il sindacato attiva la preadesione gratuita al ricorso contro il vincolo quinquennale che obbliga tutti i docenti nominati in ruolo dal 2020/2021 a permanere 5 interi anni nella sede di titolarità senza alcun diritto a trasferimenti, passaggi di ruolo o assegnazioni provvisorie. Marcello Pacifico (Anief): Illegittimo negare i diritti addirittura anche a chi assiste familiare con disabilità grave.

Per saperne di più e preaderire, clicca qui

Il ricorso vuole ottenere l’annullamento del vincolo quinquennale, introdotto dalla legge159/2019, che impedisce agli immessi in ruolo dall’anno scolastico 2020/21 di poter chiedere prima di cinque anni il trasferimento, l’assegnazione provvisoria, l’utilizzazione in altra istituzione scolastica oppure di poter ricoprire incarichi a tempo determinato in classe di concorso diversa da quella di ruolo. “L’assurdità della norma – spiega Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief – è che irragionevolmente vuole precludere ai lavoratori ogni possibilità di movimento, anche all’interno della provincia di immissione in ruolo e pure, paradossalmente, in caso il docente voglia restare nella stessa sede cambiando, magari, tipo di posto e passando al sostegno o chiedendo il passaggio di ruolo in altra classe di concorso per migliorare la sua posizione professionale”.

Il sindacato invierà a tutti coloro che completeranno la procedura di preadesione un avviso per email e tutte le istruzioni utili a contestare questa illegittima previsione normativa non appena sarà possibile procedere con l’effettiva adesione ai ricorsi.

Per preaderire, clicca qui.

Stampa