Neoimmessi FIT, correzioni norma depennamento da graduatorie e non ripetibilità anno prova

di redazione
ipsef

item-thumbnail

I tasti dolenti della procedura conseguente al concorso 2018 riservato ai docenti abilitati potrebbero essere rivisti, anche se i contorni dell’operazione sono ancora sfumati.

Cosa chiedono i docenti

La normativa impone il depennamento da tutte le graduatorie in cui si è iscritti, tranne quelle del concorso 2016, al momento dell’accesso al FIT.

Il FIT però si confiugura come supplenza annuale e di conseguenza il ruolo vero e proprio arriverà solo con la valutazione espressa dal comitato di valutazione e dal Dirigente Scolastico alla fine dell’anno scolastico. Una sola possibilità, il FIT non è ripetibile (a differenza del consueto anno di prova per i docenti assunti da GaE o da concorso 2016).

Le due richieste sono quindi quelle di non procedere al depennamento dalle graduatorie e di concedere la ripetibilità dell’anno di prova.

Altra richiesta è il congelamento del FIT, ossia la possibilità di poter congelare per un anno la proposta di nomina qualora nel momento in cui il docente si trova a scegliere, sulla base della graduatoria, non sia presente l’ambito territoriale desiderato.

A queste si aggiungono quelle che riguarderanno la mobilità e le assegnazioni provvisorie. Trattandosi di docenti assunti su supplenza annuale non è previsto infatti possano partecipare

Le istruzioni operative per i ruoli

Le indicazioni fornite agli Uffici scolastici per lo svolgimento delle operazioni di ruolo hanno riportato tali informazioni.

1) Ai sensi del DM di autorizzazione l’ammissione al corso FIT da GMRE comporta che il docente non di ruolo venga depennato da tutte le graduatorie di merito regionali previste dall’art. 17, comma 2, lettera b) del D.Lvo n. 59/2017, nonché da tutte le graduatorie ad esaurimento e di istituto, in cui è iscritto sia per la stessa, che per altra clc/tipo posto.

La mancata accettazione della nomina comporta la definitiva cancellazione dalla relativa GMRE. Con l’occasione si segnala il refuso “per quell’anno” contenuto nella nota prot. n. 22832 del 10 maggio 2018.

Le novità

Domani si svolgerà al Miur un importante incontro con i sindacati. Probabilmente in quell’occasione queste problematiche verranno affrontate.

Il  Sen. Pittoni Presidente della VII Commissione Cultura del Senato che, ad una specifica domanda in merito ha fatto sapere che sono già pronte le correzioni praticabili.

Una risposta che dà adito a molte speranze, anche se c’è chi ha già rinunciato al FIt sulla base delle disposizioni già in vigore, in attesa di una occasione più favorevole, guarda con apprensione a eventuali novità.

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione