Neoassunti, per docenti madri servizio ridotto a 150 giorni. FAQ

WhatsApp
Telegram

Docenti neo immessi in ruolo anno scolastico 2021/22: quale la durata dell’anno di formazione e di prova? Un approfondimento dell’Ufficio scolastico di Brescia, che con le FAQ dedicate agli insegnanti neoassunti fornisce precisazioni sulle lavoratrici madri. Il servizio prestato, per essere considerato valido, l’anno di prova e formazione deve essere di almeno 180 giorni, 150 per docenti madri.

La durata della prova è normata dall’art. 440 del d.lgs. 297/1994 così come modificato dall’art. 1, c. 116 della L. 107/2015.
La prova ha la durata di un anno scolastico; sono comprese le attività istituzionali rese anche successivamente alla fine delle lezioni.

Il periodo di formazione e prova, considerato quale momento integrante della procedura concorsuale ai fini della conferma in ruolo, è il servizio effettivamente prestato per almeno centottanta giorni, dei quali almeno centoventi per le attività didattiche

Per le lavoratrici madri, che hanno usufruito del congedo obbligatorio, sono ridotti a 150.
Qualora nell’anno scolastico non vengano prestati 180 giorni di effettivo servizio, la prova è prorogata di un anno scolastico.

Sono computabili nei 180 giorni tutte le attività connesse al servizio scolastico, ivi compresi i periodi di sospensione delle lezioni e delle attività didattiche, gli esami e gli scrutini ed ogni altro impegno di servizio, ad esclusione dei giorni di congedo ordinario, straordinario e di aspettativa a qualunque titolo fruiti.

Anche se l’attività didattica è organizzata su 5 giorni, il sabato rientra nel conteggio.

  • le domeniche e tutti gli altri giorni festivi, nonché le quattro giornate di riposo previste dalla lettera b), art. 1 della L. n. 937/1977;
  • le vacanze natalizie e pasquali;
  •  il giorno libero;
  •  i periodi d’interruzione delle lezioni dovuti a ragioni di pubblico interesse (ragioni profilattiche, elezioni politiche, amministrative e referendum);
  •  i giorni compresi nel periodo che va dal 1° settembre alla data d’inizio delle lezioni;
  •  il servizio prestato nelle commissioni degli esami di Stato;
  •  la frequenza ai corsi di formazione e aggiornamento indetti dall’Amministrazione scolastica, compresi quelli organizzati a livello di circolo o di istituto;
  • il periodo compreso tra il termine anticipato delle lezioni (a causa di elezioni politiche) e la data prevista dal calendario scolastico;
  •  il primo mese di astensione obbligatoria per maternità

FAQ

Tutto sui neo immessi in ruolo 2021/22

WhatsApp
Telegram

Preparazione concorsi scuola: news webinar Infanzia e Primaria! Prepara anche Secondaria e DSGA