Neoassunti lucani fase B: per mobilità 2016/17 superare vincolo quinquennale sostegno

WhatsApp
Telegram

Il neocostituito Gruppo Lucani neoassunti in ruolo nella fase B legge 107/215, guarda avanti, alla possibilità di far rientro nella propria provincia con la mobilità straordinaria dell'a.s. 2016/17. E avanzano le loro proposte.

Il neocostituito Gruppo Lucani neoassunti in ruolo nella fase B legge 107/215, guarda avanti, alla possibilità di far rientro nella propria provincia con la mobilità straordinaria dell'a.s. 2016/17. E avanzano le loro proposte.

  • cancellare il vincolo quinquennale su sostegno
  • unire fase B e fase C in occasione della mobilità 2016/17
  • riconoscere servizio preruolo di sostegno per il conteggio dei 5 anni
  • prevedere posti di sostegno in deroga

Queste richieste – spiegano i docenti – nascono dal fatto che la maggior parte dei docenti assunti in fase B è stata reclutata non sulla classe di concorso sulla quale finora ha lavorato ed acquisito esperienza e competenze, ma su posti di sostegno scuola secondaria I e II grado, anche con punteggi molto bassi.

Ad oggi – lamentano i docenti – sono presenti nel nostro territorio cattedre che andranno assegnate in fase C a colleghi con minore punteggio.

In questo modo potrà capitare che anche con la mobilità del 2016/17, i primi della lista, ma assunti in classi con poco punteggio, potranno essere costretti ad essere destinati a posti di sostegno in province del nord, con scarse possibilità di rientro anche in futuro.

Da qui la richiesta di superare il vincolo su sostegno consentendo ai neoassunti di partecipare alla mobilità per tutte le tipologie di posti.

Il gruppo, in un comunicato stampa "confida nella solidarietà e sensibilità in vista della prossima contrattazione sulla mobilità straordinaria, al fine di rimuovere almeno alcuni degli effetti nefasti della legge 107, che ci angustiano e avviliscono come madri, padri, come persone, come cittadini e come professionisti".

WhatsApp
Telegram

ASUNIVER e MNEMOSINE, dottorato di ricerca in Spagna: cresci professionalmente e accedi alla carriera universitaria con tre anni di congedo retribuito