Neo dirigenti scolastici, Udir: insediamento e primi atti da compiere

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Comunicato UDIR – I neo presidi a un passo dalla loro nuova vita professionale.

Ecco i primi indispensabili atti da compiere. Senza dimenticare che i vincitori potranno aderire, entro 8 giorni, al ricorso avverso all’annullamento delle prove concorsuali

Domani sarà il gran giorno per i neo assunti fra i dirigenti scolastici, inizia una nuova vita professionale e bisogna farlo nel migliore dei modi. Ci sono adempimenti di servizio di cui tenere conto, come scrive Orizzonte Scuola, e da ottemperare.

Istruzioni per l’uso

Già domani, 2 settembre, va fatta la dichiarazione di presa di servizio (un modello è stato elaborato dall’Usr Puglia) e depositata agli atti della scuola, prima di essere inviata alla Ragioneria Territoriale dello Stato. Dopo immissioni in ruolo caratterizzate da diverse rinunce, si potrebbe assistere, potenzialmente, a qualche altro forfait. Nel caso in cui le assunzioni di servizio non dovessero avere luogo, e mancasse anche un giustificato motivo, il nuovo ds decadrebbe contestualmente e sarebbe depennato dalla graduatoria nazionale.

SIDI e firma digitale

Udir ricorda che, nel giro di uno o due giorni, i neo presidi riceveranno le credenziali per avere accesso al SIDI (Sistema Informativo Dell’Istruzione), a seguito di una procedura automatica del Miur, che renderà disponibili applicazioni e comunicazioni: saranno create le utenze SIDI, con profilo “amministratore”, per ciascuno dei neo ds, sulla scuola loro assegnata; il passo successivo sarà quello di profilarsi sulle singole funzioni d’interesse. Necessaria anche una richiesta, attraverso Polis, per la firma digitale.

Aderire al ricorso

Un mese e mezzo dopo la presa di servizio è in programma un appuntamento altrettanto fondamentale. Udir invita i vincitori dell’ultimo concorso ad aderire al ricorso, costituendosi in giudizio per l’udienza in programma il 17 ottobre. Udir continua ad affidarsi allo studio legale Galleano che, dopo aver salvato 2.900 ds con un primo ricorso, chiederà di ribaltare la sentenza del Tar Lazio, secondo cui il concorso andrebbe annullato. È possibile ricorrere con Udir entro il 9 settembre.

Inizio anno scolastico, cosa deve fare il dirigente scolastico

Versione stampabile
Argomenti:
anief banner
soloformazione