Neo Dirigenti Scolastici, Giudice: con legge 104 hanno precedenza nella propria regione

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Scelta sede vincitori concorso Dirigente Scolastico: arriva la prima cautelare del Giudice del lavoro del Tribunale di Siena. Lo comunica l’Avv. Isetta Barsanti Mauceri. 

Il docente, vincitore del Concorso 2017 Dirigenti Scolastici, beneficiario della legge 104/92, era stato destinato dall’algoritmo ministeriale nella sesta regione indicata tra le preferenze, pur essendoci nella sua regione di residenza ancora sedi destinate a reggenza.

Secondo quanto indicato dal Miur  l’assegnazione ai ruoli regionali (quindi alla regione) è avvenuta secondo l’ordine di graduatoria e le preferenze espresse dai vincitori stessi nel limite dei posti disponibili in ciascun Ufficio Scolastico.

Soltanto nelle operazioni di assegnazione della sede i direttori degli Uffici Scolastici Regionali hanno tenuto conto delle precedenze previste dalla legge 104/92 (articoli 21 e 33, commi 5, 6 e 7) in base alla quale i beneficiari hanno la precedenza nella scelta della sede.

Il docente aveva richiesto al Miur che i benefici della L. 104/92 fossero applicati per la scelta della Regione, di conseguenza aveva indicato come prima scelta la regione di residenza.

L’algoritmo lo aveva però destinato alla sesta preferenza indicata.

Come indicato dall’Avv. Barsanti Mauceri  il provvedimento è una cautelare, ma il ricorrente sin da subito potrà prendere servizio nella regione di residenza, in cui c’erano ancora posti disponibili, dati a reggenza.

Versione stampabile
anief banner
soloformazione