“Nella scuola pubblica gli insegnanti inculcano principi diversi da quelli delle famiglie”

Di
Stampa

Ad affermarlo è stato il Presidente del Consiglio dei ministri italiano, Silvio Berlusconi durante il Congesso dei Cristiano riformisti. Almeno secondo quanto riportato da diverse testate giornalistiche.

Ad affermarlo è stato il Presidente del Consiglio dei ministri italiano, Silvio Berlusconi durante il Congesso dei Cristiano riformisti. Almeno secondo quanto riportato da diverse testate giornalistiche.

Durante l’intervento, sostenendo che è "ancora vivo il pericolo comunista", ha detto no alle adozioni per single e coppie gay, all’equiparazione delle unione degli omosessuali a quelle tra uomo e donna, alla patrimoniale ed ha attaccato la scuola pubblica affermando che "libertà vuol dire avere la possibilità di educare i propri figli liberamente, e liberamente vuol dire non essere costretti a mandarli in una scuola di Stato, dove ci sono degli insegnanti che vogliono inculcare principi che sono il contrario di quelli dei genitori"

Stampa

Didattica inclusiva attraverso alcune figure del mito greco. Corso online riconosciuto dal Ministero dell’istruzione