Nella nuova Maturità mancano riflessioni e criticità. Lettera

ex

inviata da Gianni Mereghetti  – Sono temi che inducono ad una risposta predeterminata quelli proposti per l’esame di maturità, un segnale chiaro a presentare luoghi comuni senza molta riflessione e così una indicazione precisa a fare lo stesso nel colloquio.

Come a dire che è maturo chi non si espone troppo!

E’ lontano il mondo in cui maturità significa riflessioni e criticità, ma è quella la vera statura dell’umano da riportare nella scuola.

Un compito quanto mai urgente!

Ma questo non è da mettere sulle spalle ai rag azzi e alle ragazze di oggi che hanno un solo problema, quello di superare questo esame nel miglior modo possibile.

Tutte le tracce della prima prova

Docenti neoassunti, formazione su didattica digitale integrata. Affidati ad Eurosofia per acquisire le competenze richieste