Nel programma del Partito Democratico: Obiettivo Precarietà Zero

di
ipsef

red – La via da seguire è quella già tracciata dall’ex Ministro Fioroni con un piano programmatico di 150.000 immissioni in ruolo e la chiusura delle graduatorie a nuovi ingressi.

red – La via da seguire è quella già tracciata dall’ex Ministro Fioroni con un piano programmatico di 150.000 immissioni in ruolo e la chiusura delle graduatorie a nuovi ingressi.

Quindi un nuovo piano programmatico, ma anche un nuovo sistema che leghi la formazione iniziale al reclutamento selezionando tramite concorso i migliori laureati per l’accesso alla formazione iniziale, secondo numeri programmati al fabbisogno: anno di prova attraverso tirocinio e supplenze brevi accompagnati da un insegnante esperto, firma del contratto a tempo indeterminato.

"Non costa un euro in più – dicono dal PD – stabilizzare chi lavora su posti vacanti (50.000 secondo dati MIUR). Tra ferie non godute e disoccupazione, lo Stato non spende molto meno. A dire il vero nella spendig review il Governo dei tecnici per risanare i conti, si è attaccato pure alla ferie non godute dei precari della scuola, mantenendo, però, intatti i privilegi della casta dei Generali".

Elezioni 2013. Puglisi (Pd): servono riforme strutturali, investimenti e merito (ma non concorrenza)

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione